21 Invest investe nella manutenzione del verde professionale e acquisisce Energreen. Il gruppo di investimento europeo fondato e guidato da Alessandro Benetton (nella foto) con sede in Italia, Francia e Polonia, integrerà le proprie competenze e il proprio approccio strategico alla tradizione imprenditoriale della famiglia fondatrice, per consentire all’operatore italiano specializzato nella progettazione e produzione di macchinari per la manutenzione del verde professionale di continuare a investire in tecnologia e innovazione.

L’ambiziosa strategia di crescita futura di lungo termine, si legge in una nota, prevede un raddoppio del volume d’affari grazie all’espansione internazionale, in particolare del mercato americano. Il closing dell’operazione è previsto per la fine di giugno 2022.

A fine maggio scorso, tramite l’azienda friulana Aussafer Due, attiva nella lavorazione dei metalli ad alta tecnologia, da dicembre 2020 nel portafoglio, 21 Invest ha acquisito di Laserjet, azienda veneta attiva nello stesso settore.

La società

Nata alla fine degli anni ’90 dai fratelli Lino e Ivo Fraron e con sede a Poiana Maggiore, in provincia di Vicenza, Energreen è specializzata nelle produzione di grandi macchine per la manutenzione del verde pubblico, semoventi in grado di operare sia sugli argini dei fiumi, che lungo strade provinciali e autostrade.

Alle grandi macchine con braccio telescopico e che coprono più del 50% del fatturato, si affiancano veicoli robotizzati a controllo remoto per raggiungere terreni di particolare pendenza oltre ad attrezzature specifiche quali falciatrici e troncatrici. Il fatturato si sviluppa in Italia per circa il 30%, mentre il 70% viene realizzato all’estero, in particolare nei Paesi in cui Energreen – guidata da Daniele Fraron – è presente con una filiale diretta, quali la Francia (che da sola copre circa il 40% del mercato Europeo), la Germania e gli Stati Uniti.

La produzione ha luogo nello stabilimento di recente costruzione in provincia di Vicenza su oltre 20mila metri quadri, con un’installazione di pannelli fotovoltaici che permette il 30% di autoconsumo, e conta circa 150 dipendenti. Nel 2022, Energreen ha l’obiettivo di raggiungere i 70 milioni di euro di fatturato.

Gli advisor

21 Invest è stata assistita per gli aspetti legali e societari da studio Cappelli Rccd che ha agito con un team guidato dal partner Roberto Cappelli, dalla counsel Stefania Rossini, dal senior associate Alberto Elmi, dalle associates Raffaela Tortora e Valentina Copetti, per i profili corporate e m&a, coadiuvati da un team composto dalla partner Giuliana Durand e il junior associate Lorenzo Soci per i profili financing, e dalla partner Veronica Vitiello, con i junior associate Michael Panfili e Jacopo Gentili per i profili real estate.

Kpmg si è occupato della financial due diligence, Roland Berger della business due diligence, lo studio Spada degli aspetti fiscali, Kroll dellla Esg due diligence e lo studio Redaelli & Associati in qualità di financial advisor con Luca Nicodemi.

Energreen è stata assistita da Adacta in qualità di financial advisor con un team composto dal partner Paolo Masotti, dal manager Alberto Ferracina e dal senior consultant Roberto Masiero e dallo studio legale Gianni & Origoni per gli aspetti legali e societari, con gli avvocati Giacomo Sartor, coadiuvato dal senior associate Giancarlo Donativi e dall’associate Achille Boaretto per gli aspetti legali ed m&a.

Lascia un commento

Related Post