A2A ha acquisito il 70% di Parco Solare Friulano 2, società di Envalue Italia e Mse Solar Energy Italia che ha ottenuto il permesso per la costruzione e l’esercizio di un impianto fotovoltaico nei comuni di Santa Maria la Longa e Pavia di Udine (Udine), con una capacità autorizzata di 112,1 MWp.

Secondo una nota diffusa dall’utility italiana, con oltre 150 MWp installati totali, questo impianto insieme a quello autorizzato nel 2022 negli stessi comuni per una capacità di 59,1 MWp rappresenterà il principale polo fotovoltaico del Nord del Paese. Saranno prodotti oltre 210 GWh annui che permetteranno di soddisfare il fabbisogno di energia elettrica di oltre 75.000 famiglie, sottolinea A2A, di ridurre il consumo di gas naturale di circa 40 milioni di metri cubi e di evitare l’emissione di circa 90.000 tonnellate di CO2.

“Questo progetto, il più rilevante nel settore fotovoltaico nel Nord Italia, metterà a disposizione del territorio e del suo tessuto produttivo ulteriore energia green, contribuendo a favorire il percorso di decarbonizzazione di un’area caratterizzata da grande dinamismo industriale”, ha così commentato l’amministratore delegato della multiutility, Renato Mazzoncini. Che poi ha aggiunto: “L’operazione consentirà di accelerare il raggiungimento dei target di capacità installata da fonti rinnovabili previsti dal nostro Piano Industriale 5,7 GW al 2035 – ha aggiunto – Inoltre la localizzazione dell’impianto permetterà una valorizzazione dell’energia più favorevole con valori al di sopra della media nazionale”.

Reazione del mercato

Guadagna terreno A2A in linea con l’andamento del Ftse Mib. L’utility cresce del +0,7% alla pari con il paniere principale di Piazza Affari. Se il trend settimanale dovesse essere confermato si tratterebbe della quinta consecutiva di rialzi, dalla seconda settimana di aprile il titolo è salito del 17% mentre da ottobre 2022, doppio minimo con marzo 2020 a 0,9 euro ad azione, A2A ha guadagnato più del 103%.

Gli advisor

Advant Nctm ha assistito A2A nell’acquisizione con un team guidato dai partner  Simone De Carli e Piero Viganò e coordinato dall’associate Giuliano Proietto. I profili di diritto amministrativo della due diligence sono stati esaminati sotto la supervisione del Partner Giuliano Berruti.

Il partner Andrea Leonforte dello Studio Parola Associati ha assistito i venditori in tutta la fase autorizzativa del progetto oggetto di cessione e in relazione all’acquisizione dei contratti sui terreni, dalle fasi embrionali fino al raggiungimento dello status ready to build. Il team di Parola Associati che ha assistito entrambi i venditori nell’operazione M&A (inclusa la procedura di gara per l’individuazione dell’acquirente) e nella definizione dei contratti di progetto è stato guidato dal partner Andrea Coluzzi, coordinato dall’associate Luigi Agostinacchio e composto dalle associate Chiara Salvaneschi e Veronica Valentina Nolè.

A2A è stata inoltre assistita da Sure – Sustainable Revolution in qualità di advisor finanziario e da Kiwa in qualità di advisor tecnico. I venditori sono stati inoltre assistiti da Valecap, in qualità di advisor finanziario ed Eos Consulting in qualità di advisor tecnico.

Lascia un commento

Related Post