Alfasigma, una delle aziende farmaceutiche leader in Italia, e Intercept Pharmaceuticals, azienda biofarmaceutica leader nelle mattie rare e gravi del fegato e quotata al Nasdaq, hanno annunciato oggi di aver stipulato un accordo definitivo di fusione in base al quale Alfasigma ha concordato di acquisire Intercept al prezzo di 19 dollari per azione interamente per cassa.

Tale operazione amplierà in modo sostanziale il portafoglio di Alfasigma nella specialità clinica gastrointestinale ed epatologica e la sua presenza sul mercato statunitense. Il farmaco di punta di Intercept è Ocaliva (acido obeticolico), un agonista del recettore X farnesoide approvato negli Stati Uniti e in diversi altri paesi per il trattamento della colangite biliare primitiva in combinazione con l’acido ursodesossicolico nei pazienti adulti con una risposta inadeguata all’Udca, o come monoterapia nei pazienti adulti intolleranti all’Udce.

Commenti all’operazione

Stefano Golinelli, presidente di Alfasigma, ha dichiarato: “L’acquisizione è in linea con la nostra strategia volta a costruire una forte presenza nel mercato statunitense, con particolare attenzione alla nostra area gastroenterologica di base, e aggiunge un altro importante asset alla nostra pipeline di innovazione. Questa acquisizione contribuirà all’ambiziosa strategia di crescita della nostra azienda”.

Francesco Balestrieri, Ceo di Alfasigma, ha affermato: “L’acquisizione di Intercept segna un’altra importante pietra miliare nel percorso di crescita di Alfasigma e, in particolare, per quanto riguarda il mercato statunitense, dove abbiamo importanti obiettivi di sviluppo. Intercept si integra perfettamente con il business core di Alfasigma, la gastroenterologia e l’epatologia. Riteniamo che l’operazione rappresenti un’opportunità di trasformazione per entrambe le aziende”.

Alfasigma rileva Intercept, condizioni della operazione

Ai sensi dell’accordo di fusione, Alfasigma ha concordato di promuovere un’offerta pubblica d’acquisto per acquisire tutte le azioni ordinarie di Intercept emesse e in circolazione al prezzo di 19 dollari per azione interamente per cassa. Il prezzo di acquisto riconosce un premio dell’82% rispetto al prezzo di chiusura delle azioni di Intercept del 25 settembre 2023. L’operazione sarà interamente finanziata dalla liquidità esistente di Alfasigma e dalle linee di credito corporate già in dotazione all’azienda.

I membri del Cda di Intercept che hanno preso parte alla delibera hanno approvato l’operazione all’unanimità. Il closing dell’Opa sarà soggetto alle consuete condizioni, tra cui l’accettazione in offerta di azioni che rappresentino almeno la maggioranza del numero totale di azioni in circolazione di Intercept e la scadenza dei termini previsti dalla legge Hart-Scott-Rodino Antitrust Improvements Act per la clearance dell’operazione.

Una volta completata con successo l’Opa, Alfasigma acquisirà tutte le azioni residue attraverso una fusione inversa con una controllata Us di Alfasigma, per lo stesso corrispettivo che gli azionisti offerenti riceveranno con l’Opa. Si prevede che l’operazione si concluderà entro la fine del 2023. Al perfezionamento dell’operazione, le azioni ordinarie di Intercept non saranno più quotate in Borsa.

Alfasigma, un po’ di storia

Alfasigma è una delle principali aziende farmaceutiche italiane con una forte vocazione internazionale. È un gruppo presente in oltre 100 Paesi nel mondo nel quale lavorano circa 3.000 persone impegnate in ricerca, sviluppo, produzione e distribuzione.

In Italia Alfasigma è attiva nel mercato dei prodotti da prescrizione dove, oltre al forte focus sul gastro-intestinale, è presente in diverse aree terapeutiche primary care.  È riconosciuta dal pubblico consumer per alcune referenze di automedicazione e integratori alimentari molto noti e radicati nel vissuto delle famiglie. La sede storica è Bologna a cui si affianca Milano, mentre i siti produttivi sono: in Italia, a Pomezia, Alanno (Pescara), Sermoneta (Latina) e Trezzano Rosa (Milano) e all’estero a Tortosa in Spagna e a Shreveport (Louisiana) negli Stati Uniti.

I laboratori di Ricerca&Sviluppo sono a Pomezia e nel Parco Scientifico Tecnologico Kilometro Rosso di Bergamo. La mission di Alfasigma è migliorare la salute e la qualità di vita delle persone, offrendo a caregiver e personale sanitario soluzioni terapeutiche secondo i più elevati standard di qualità e sicurezza.

Gli advisor

Barclays e Centerview Partners sono i consulenti finanziari di Intercept. Skadden, Arps, Slate, Meagher & Flom Llp sono i consulenti legali di Intercept. Pjt Partners agisce come consulente finanziario esclusivo di Alfasigma, insieme a Sullivan & Cromwell Llp e Chiomenti Studio Legale in qualità di consulenti legali di Alfasigma.

Chiomenti ha assistito Alfasigma per gli aspetti di diritto italiano dell’operazione, con un team guidato dal Partner Luca Liistro, responsabile della Practice Area Pharma, Healthcare & Life Sciences dello studio, insieme al Managing Associate Alessandro Buscemi. Sullivan & Cromwell si è occupata degli aspetti legali della transazione negli Stati Uniti. Il team di S&C comprendeva Matthew G. Hurd (Partner, New York), Oderisio de Vito Piscicelli (Partner, Londra) e Lucas H. Carsley (Special Counsel, New York).

Skadden, Arps, Slate, Meagher & Flom LLP ha assistito Intercept Pharmaceuticals.

Lascia un commento

Related Post