Amplifon, società attiva nelle soluzioni e nei servizi per l’udito, ha attuato il progetto di ridefinizione della struttura societaria del gruppo, separando le attività operative in Italia dalle attività di indirizzo e gestione del gruppo, svolte dalla controllante quotata.

Il nuovo assetto

Nel dettaglio, in aprile è stato approvato un aumento di capitale a pagamento, con sovrapprezzo, per un importo complessivo pari a 25 milioni da liberarsi mediante conferimento del ramo d’azienda. Al contempo, sono state approvate la trasformazione in società per azioni di Amplifon Italia con l’assunzione della denominazione sociale “Amplifon Italia S.p.A.” e la conseguente adozione di un nuovo statuto sociale.

Amplifon Italia acquisirà la titolarità del ramo d’azienda e avrà un capitale sociale pari a 100mila euro, rappresentato da 10mila azioni del valore nominale di 10 euro interamente detenute da Amplifon. L’assemblea di Amplifon Italia ha deliberato di nominare un CdA composto da tre membri, un collegio sindacale composto da tre membri effettivi e due supplenti e la società di revisione legale. Gli organi sociali resteranno in carica fino alla data di approvazione del bilancio di esercizio al 31 dicembre 2023.

Gli advisor

Gli studi legali internazionali White & Case e Orrick hanno assistito Amplifon, unitamente al team legale di Amplifon guidato dall’avvocato Federico Dal Poz, in relazione alla ridefinizione della struttura societaria del gruppo volta a separare le attività operative in Italia dalle attività di indirizzo e gestione del gruppo, svolte dalla controllante quotata.

Il team di White & Case che ha assistito Amplifon con riferimento agli aspetti corporate dell’operazione ha compreso i partner Maria Cristina Storchi (Milano, nella foto) e Michael Immordino (Londra e Milano) insieme agli associate Robert Becker, Alessandro Picchi e Mariasole Maschio (tutti della sede di Milano).

Gli aspetti finance dell’operazione sono stati seguiti dal partner Andrea Novarese insieme agli associate Pietro Magnaghi, Stefano Bellani e Luca Misseroni (tutti della sede di Milano).

Il team di Orrick che ha assistito Amplifon con riferimento agli aspetti corporate e contrattuali dell’operazione ha compreso il partner Guido Testa insieme agli special counsel Francesco Seassaro ed Emanuela Longo.

Lascia un commento

Ultime News