Anthilia Capital Partners  ha chiuso 100 operazioni di private capital a supporto delle Pmi e della crescita dell’economia reale italiana. Con la sua attività di private capital, la società ha finanziato 82 aziende italiane, con investimenti per circa 700 milioni di euro e stimolando nuovi investimenti per 1,5 miliardi.

Anthilia segue attualmente una pluralità di casistiche ed è in grado di coprire tutte le fasi di vita di un’azienda attraverso i vari strumenti di debito a disposizione.

Anthilia e il mercato del private capital

Era novembre del 2013 quando Anthilia lanciava il primo fondo del progetto Anthilia Bit “Bond Impresa Territorio”, volto a sostenere le eccellenze produttive  del made in Italy e accompagnarle nel percorso di crescita e sviluppo. Da allora si sono susseguiti altri quattro fondi di private debt e un mandato istituzionale dedicato all’asset class. Poi con l’avvento dei Pir alternativi, a febbraio 2021, è stata la volta di Eltif Economia Reale Italia e circa un anno fa del nuovo Pir alternativo MultiStrategy Anthilia Must; nell’autunno del 2022 è stato invece lanciato il fondo di capitale ibrido Anthilia Gap.

Il percorso dell’azienda che ha permesso questi risultati passa attraverso l’analisi di oltre 635 operazioni, con un continuo lavoro di ricerca, esame e selezione delle realtà imprenditoriali e del loro management per individuare le società ad alto potenziale di crescita. Questo approccio ha permesso ad Anthilia di raccogliere e consolidare nel tempo la fiducia di circa 50 investitori istituzionali nazionali e internazionali che hanno creduto nell’expertise e nella capacità di messa a terra dei progetti, investendo circa 900 milioni nei fondi della società.

Dal punto di vista settoriale, gli investimenti hanno coinvolto industrie eterogenee, spaziando in più di 20 comparti differenti con almeno due progetti finanziati. Healthcare, industria chimica, abbigliamento, elettronica, servizi di intermediazione sono solo alcuni di questi. In particolare, l’attività di private debt ha insistito su alcuni settori che si sono distinti non solo per qualità dei piani industriali, ma anche per la capacità di abbracciare l’innovazione e la sostenibilità: nello specifico i settori professional practices  con 15 operazioni, food&beverage  e construction con nove operazioni e nel settore di macchinari industriali  con otto operazioni.

A livello geografico, l’attività di Anthilia si è concentrata specialmente nel Nord Italia, dove ha finalizzato 69 operazioni, con particolare concentrazione in Lombardia (29), Emilia-Romagna (11) e Veneto (10). Al Centro-Sud invece si sono distinte in particolare Campania (8) e Lazio (8).

Lascia un commento

Related Post