Ariston Holding (nella foto di copertina, il presidente esecutivo Paolo Merloni), a conclusione del collocamento istituzionale volto alla quotazione su Euronext Milan, ha fissato a 10,25 euro per azione il prezzo delle azioni. Si tratta del minimo del range indicativo (10,25-12 euro).

I proventi lordi, inclusa l’opzione di over allotment, sono pari a circa 915 milioni e la capitalizzazione della società alla data di avvio delle negoziazioni, fissata per il 26 novembre, sarà pari a circa 3,375 miliardi, comprensivi dell’aumento di capitale di circa 300 milioni.

Le banche del collocamento e l’advisor finanziario

Goldman Sachs Bank Europe, Intesa Sanpaolo–Divisione IMI Corporate & Investment Banking e Mediobanca–Banca di Credito Finanziario svolgono il ruolo di joint global coordinator e joint bookrunner.

Bnp Paribas, BofA Securities Europe, Citigroup Global Markets Europe ed Equita SIM sono i joint bookrunner.

CC & Soci ricopre la carica di financial advisor.

Lascia un commento

Ultime News