Askoll Eva ha concluso un accordo con Bit Mobility, operatore già attivo nello sharing in diverse città Italiane per la fornitura di scooter elettrici che saranno utilizzati nella città di Bergamo.

I modelli consegnati sono gli Askoll eS2 sharing, personalizzati per Bit Mobility, per un valore stimato pari a circa 150.000 euro.

Askoll Eva espande lo sharing

Grazie a questo nuovo ordine, gli scooter Askoll per lo sharing si confermano protagonisti in tutte le città italiane ove è già attiva questa tipologia di servizio: Roma, Milano, Torino, Genova, Firenze e ora anche Bergamo.

Secondo l’amministratore delegato Gian Franco Nanni, “questo ordine si aggiunge alle due commesse in ambito sharing ricevute quest’anno per un valore complessivo di 1,75 milioni. Questo nuovo contratto conferma la fiducia e l’apprezzamento di Bit Mobility, realtà italiana d’eccellenza, già nostra cliente, nella qualità dei prodotti Askoll Eva. Con l’avvio dei servizi di Bit Mobility nella città di Bergamo, anche i bergamaschi e tutti coloro che visiteranno la città potranno provare i nostri scooter sharing e muoversi in libertà rispettando l’ambiente”.

Michela Crivellente, ceo Bit Mobility, ritiene che questo accordo è in linea con il Dna dell’azienda “impegnata nel promuovere
una cultura più green nelle grandi aree urbane del nostro Paese”.

Lascia un commento

Related Post