Banca Valsabbina ha incrementato il proprio investimento nella fintech milanese, Sandbox, che tramite l’utilizzo della tecnologia blockchain, si pone al servizio della trasformazione digitale delle aziende in ambito finanziario. La banca – di cui Hermes Bianchetti (nella foto) è responsabile divisione business di Banca Valsabbina – è passata quindi dal 27% al 32% di capitale, tramite il ritiro di ulteriori quote sul mercato “secondario”.

La startup è specializzata nello sviluppo di soluzioni innovative e ha creato la piattaforma Fleap, ovvero un software basato su tecnologia blockchain per la gestione della governance societaria, nonché per emettere e scambiare asset digitali di natura finanziaria e non solo.

L’operazione, che rappresenta una seconda fase rispetto a quanto perfezionato nello scorso mese di aprile, è funzionale a razionalizzare ulteriormente la compagine societaria anche in considerazione del possibile ingresso di ulteriori soci, strategici per lo sviluppo dell’iniziativa.

Lascia un commento

Related Post