La catena italiana di barbieri Barberino’s ha chiuso un round di investimento da 3 milioni di euro. Come svelato da Milano Finanza, tra gli investitori ci sono anche il fondo Rilancio Startup di Cdp Venture Capital, il chairman e co-founder di Yamamay Francesco Pinto e l’ex calciatore della Juventus e della Nazionale Claudio Marchisio (nella foto di copertina).

A seguito dell’operazione Francesco Pinto assumerà la carica di presidente della società, mentre Claudio Marchisio ne diverrà brand ambassador.

Barberino’s, obiettivo espansione all’estero. Si parte dalla Germania

Fondata nel 2015 da Niccolò Bencini e Michele Callegari, Barberino’s ha aperto il suo primo shop a Milano, per poi espandersi a Roma, Torino, Monza, Padova Verona , Bologna e Brescia. Nel luglio del 2021 è poi anche sbarcato in Sud Corea a Seoul, grazie alla collaborazione con Majesty Barbershop, gruppo coreano di barbieri in franchising.

Niccolò Bencini e Michele Callegari fondatori Barberino's
Niccolò Bencini e Michele Callegari fondatori Barberino’s

La società ha chiuso il 2019 con un fatturato di oltre 1,3 milioni di euro e nel giugno del 2020 ha lanciato una campagna di equity crowdfunding su Mamacrowd raggiungendo in soli 20 giorni il primo obiettivo di 1 milione di euro e in poche settimane il nuovo hard cap di 1,25 milioni.

Come spiegato dai due fondatori, con i fondi raccolti dal nuovo round Barberino’s punta ad espandersi ulteriormente all’estero, partendo dalla Germania.

Gli advisor

Giovanni Ricci, co founder di Ricci e Radaelli Notai Associati ha seguito gli aspetti notarili dell’operazione, insieme alla propria divisione interna dedicata alle stratup (S.U.D.).

Si ricorda inoltre che l’operazione è stata strutturata nell’ambito del programma di accelerazione e fundraising A-Road, di cui Ricci e Radaelli è partner.

Lascia un commento

Related Post