In onore Ennio Doris, fondatore e presidente onorario di Banca Mediolanum e di Fondazione Mediolanum, imprenditore, banchiere e finanziere di fama nazionale e internazionale (scomparso nel novembre del 2021), l’amministrazione comunale di Basiglio ha deciso di intitolare la via attualmente denominata “Francesco Sforza”, dove ha sede Banca Mediolanum. La modifica della toponomastica non comporterà disagi alle attività coinvolte perché nella via non vi sono cittadini residenti, ma solo alcune attività commerciali e imprenditoriali della zona.

Alla cerimonia ufficiale con la sindaca Lidia Reale, hanno partecipato anche la moglie del fondatore di Mediolanum Lina Tombolato e i figli Massimo e Sara Doris, rispettivamente amministratore delegato e vice presidente di Banca Mediolanum.

In riferimento a Doris, ha commentato la sindaca: “Ha spesso dimostrato negli anni la sua vicinanza alla comunità rispondendo in modo concreto alle sue esigenze, attraverso una fondamentale collaborazione tra pubblico e privato per la crescita e il miglioramento dei servizi”.

Grazie alla propria filosofia di vita nel 2009 Doris raddoppiò quasi i risultati commerciali rispetto all’anno precedente, dopo che durante la crisi legata al fallimento Lehman Brothers aveva dato un concreto segnale di vicinanza alle persone, rimborsando gli 11mila clienti di Mediolanum che avevano subìto perdite legate ai titoli della banca d’affari statunitense.

Tra i diversi interventi di Mediolanum negli anni, si ricorda, poi, la donazione alla cittadinanza di un’ambulanza dotata di una sofisticata tecnologia capace di sanificare l’aria in ingresso e in uscita dal vano, proteggendo operatori e pazienti dal Covid e da altre infezioni; il sostegno alle associazioni sportive, ai volontari e gli imprenditori del territorio; il rifornimento di mascherine a ogni nucleo familiare nel periodo in cui erano già obbligatorie ma introvabili; le luminarie natalizie offerte da anni; i contributi destinati al rifacimento dei parchi giochi.

Lascia un commento

Related Post