Swen Impact Fund for Transition e Schmack Biogas, azienda italiana attiva nella progettazione e realizzazione di impianti biometano, hanno siglato un’importante joint venture con Tirreno Fuel per portare avanti investimenti nel settore del biometano a livello europeo. I primi due progetti della nuova società prevedono la costruzione e la gestione di due impianti di biometano con una capacità di 500 Sm3/h ciascuno da rifiuti zootecnici in provincia di Caserta, di proprietà della società di scopo Agrisolare.

Il mercato del biometano riveste un ruolo strategico per combattere il cambiamento climatico e i primi due impianti che verranno realizzati permetteranno di riciclare annualmente fino a 160mila tonnellate di liquami zootecnici e sostituire nove milioni di metri cubi di gas metano di origine fossile.

L’advisor 

DLA Piper, nell’ambito dell’operazione finalizzata all’inizio di maggio, ha assistito SWEN e Schmack con un team composto dal partner Germana Cassar (nella foto a sinistra) per gli aspetti permitting & regulatory e dal partner Giulio Maroncelli (nella foto a destra) con l’avvocato Annachiara Mastellone e Martina Antonelli per gli aspetti corporate-contrattuali.

Lascia un commento

Related Post