Bip, multinazionale di consulenza, prosegue il progetto di sviluppo nel Sud Italia con l’apertura delle nuove sedi di Bari e di Lecce, per creare nuovi centri dell’innovazione in Puglia. Avviata nell’ottobre 2021, l’iniziativa della multinazionale di consulenza, partita dalla Sicilia, mira ad innescare il processo di accelerazione delle innovazioni digitali nel contesto locale, per ridurre emigrazione e digital divide.

Secondo i dati Istat, pubblicati nel gennaio 2023, il 60% dei residenti del Mezzogiorno ha difficoltà ad accedere ad una connessione Internet veloce, e in generale si registra una quota di accessi alla rete inferiore alla media nazionale. La carenza di percorsi specifici in grado di fornire competenze adeguate alle nuove professionalità in ambito digitale accresce il divario esistente tra il Sud e il Nord Italia.

Con oltre 300 professionisti pugliesi presenti nelle sedi italiane, Bip intende offrire loro la possibilità di tornare nelle città di origine e mettere a disposizione della comunità locale infrastrutture tecnologiche avanzate per promuovere la formazione digitale e l’occupazione. L’obiettivo è quello di preservare il territorio, creando nuovi posti di lavoro e spianando la strada per un futuro sostenibile per il sud Italia.

Il progetto di crescita di Bip e l’investimento sulla Puglia

Dopo la Sicilia, Bip punta quindi sulla Puglia dove è già presente con un team di 20 persone, e lancia il Bip Talent Discovery Day, rivolto a laureandi o neolaureati in materie ingegneristiche, economiche e Stem per vivere un’esperienza introduttiva nel mondo della consulenza.

L’azienda prosegue così il progetto di valorizzazione del Sud Italia, generando innovazione nei territori locali e mettendo a disposizione nuovi spazi, dotati di tecnologie all’avanguardia, aree innovative dedicate alla formazione e al co-working, hub digitali e piattaforme per l’intelligenza artificiale.

In merito, “ il nostro obiettivo è permettere lo sviluppo di carriere inserite in un ampio contesto nazionale e internazionale per generare valore e contribuire alla crescita del nostro Paese, puntando quindi sui giovani talenti provenienti dalle università locali e valorizzandone le loro competenze e promuovendone i percorsi professionali, sia in Italia che all’estero,” commento Nino Lo Bianco, presidente di Bip.

Lascia un commento

Related Post