Brembo diventa società olandese, un’operazione di trasformazione transfrontaliera che comporta l’adozione della forma giuridica di naamloze vennootschap, disciplinata dal diritto dei Paesi Bassi e da un nuovo statuto, con tanto di trasferimento della sede sociale ad Amsterdam, con efficacia a partire dal 24 aprile 2024.

L’approvazione dell’assemblea straordinaria degli azionisti era arrivata già lo scorso 27 luglio 2023, subordinatamente alle condizioni sospensive usuali per operazioni analoghe, tutte avveratesi. Non è previsto lo spostamento della residenza fiscale, che rimane in Italia, né vi sarà alcuna riorganizzazione delle attività operative. Allo stesso modo, le azioni di Brembo continuano ad essere quotate alla borsa italiana.

Fra le varie innovazioni introdotte con il nuovo statuto, Brembo ha adottato, quanto alla governance, un sistema one-tier (monistico) di amministrazione e controllo e, quanto agli assetti proprietari, un sistema di voto multiplo basato su special voting shares con moltiplicatore massimo del diritto di voto pari a x10, in funzione del possesso continuato fino a massimi 10 anni.

Gli advisor

BonelliErede ha assistito Brembo con un team coordinato dalla partner Vittoria Giustiniani, leader del Focus Team Equity Capital Markets, coadiuvata dal partner Matteo Erede, e dagli associate Elena Venturini e Giovanni Maria Fumarola, supportati da Alessandro Colasanti.

BonelliErede ha lavorato in modo integrato con il team in-house di Brembo, coordinato da Umberto Simonelli Silva, chief legal & corporate affairs officer, e composto da Nastinca Bettinelli, Simone Fumagalli e Domenico Gallo.

BonelliErede ha inoltre coordinato il team di consulenti legali cross-border di Brembo, che ha incluso Houthoff per gli aspetti di diritto olandese e Cravath Swaine & Moore per i profili di diritto statunitense.

Reazione del mercato

Il titolo Brembo sale del +4% nella seduta odierna, toccando un massimo di 12,36 euro ad azione, non distante dai 12,39 raggiunti a marzo che sono il record da settembre 2023. Il trend è positivo nel medio periodo, da ottobre a oggi il titolo è salito del 23% circa con un chiaro canale rialzista e una resistenza statica pari a 12,4 euro ad azione.

Lascia un commento

Related Post