Mario Frigerio, principale società operativa del gruppo MFL, ha ottenuto da Cdp un finanziamento a medio-lungo termine di 7,5 milioni di euro.

MFL, ricorda un comunicato, rappresenta un insieme di società italiane ed estere con sede a Molteno (Lecco). L’azienda progetta, costruisce e vende macchinari e impianti di elevata qualità e precisione per la lavorazione di fili, funi e cavi di acciaio, rame ed alluminio.

Il gruppo impiega oggi oltre 360 persone (di cui 80 ingegneri) e opera con due unità produttive in Italia, una in Spagna e una in Cina, oltre che attraverso filiali commerciali in Usa, Germania e Svizzera. La tecnologia e i macchinari sono distribuiti in circa 100 Paesi in tutto il mondo, con una percentuale di vendite all’estero superiore al 90%.

Dopo aver chiuso il bilancio 2019 con un valore della produzione consolidata pari a 108,2 milioni di euro, il 2020 ha risentito del rallentamento dei volumi a causa della pandemia da Covid-19, MFL presenta oggi “un portafoglio ordini in forte crescita, tale da garantire oltre un anno di produzione e un giro d’affari per il 2021 quantomeno in linea a quello del 2019, se non superiore”.

Il finanziamento ottenuto da Cdp, che prevede una durata di 72 mesi e un tasso di interesse particolarmente competitivo, “consentirà a Mario Frigerio di sostenere al meglio il piano di sviluppo, finanziando gli investimenti in capitale fisso e circolante e rafforzandone la struttura finanziaria”.

L’advisor finanziario

Pirola Corporate Finance ha assistito Mario Frigerio nell’ottenimento del finanziamento. Per Pirola Corporate Finance ha agito un team composto da Mario Morazzoni (partner) ed Edoardo Agnello (senior manager).

Lascia un commento

Related Post