L’operatore di private equity Cinven ha acquisito la maggioranza di Arcaplanet, catena di vendita al dettaglio per la cura degli animali domestici in Italia, dai fondi di Permira e Winch Capital Partners. Come parte dell’operazione, Cinven e Arcaplanet acquisiranno congiuntamente Maxi Zoo Italia, il terzo più grande operatore per la cura degli animali domestici nel mercato italiano, controllato dal gruppo Fressnapf.

Fressnapf, si legge in un comunicato, manterrà una partecipazione di minoranza nel gruppo.

Dall’unione di Arcaplanet e Maxi Zoo Italia nasce la principale piattaforma di pet care nel nostro Paese, tramite la vendita di prodotti alimentari e non alimentari in circa cinquecento negozi in tutta Italia e online.

Il polo del pet care

Arcaplanet, con sede in Italia, è stata fondata nel 1995 da Michele Foppiani. Il primo negozio ha aperto a Chiavari, in Liguria, nel 1998. Arcaplanet è ora presente in 17 regioni italiane.

Il gruppo Fressnapf, con sede in Germania, è uno dei principali provider di servizi per animali domestici in Europa e opera con il marchio Maxi Zoo in più di 11 paesi, tra cui l’Italia.

Cinven è già presente nel settore dopo aver investito in Partner in Pet Food, piattaforma leader in Europa nel settore degli alimenti per animali domestici e consolidatore del mercato.

La nota che annuncia il deal sottolinea che “il mercato italiano del pet care, con un valore di 3,4 miliardi di euro, è uno dei più grandi d’Europa e rimane altamente frammentato, con un significativo potenziale di crescita sostenuto da un aumento della penetrazione e da trend di premiumisation“.

La crescita con Permira

I fondi Permira hanno acquisito Arcaplanet nel 2016 e negli ultimi cinque anni “hanno sostenuto la società nella sua significativa crescita e trasformazione, concentrandosi sullo sviluppo di una proposta omnicanale di successo e sull’introduzione e crescita di marchi proprietari esclusivi di alta qualità”.

L’azienda è cresciuta anche grazie ad una strategia M&A di successo, con cinque acquisizioni bolt-on e l’acquisizione della catena Fortesan.

Sotto la proprietà dei fondi Permira, i ricavi sono arrivati a 400 milioni e l’ebitda a 65 milioni previsti per il 2021.

Le dichiarazioni

Eugenio Preve (nella foto di copertina), partner e head of Italy di Cinven, sottolinea che “Arcaplanet è un leader di mercato in Italia, posizionato al meglio per trarre vantaggio dalle opportunità future omnicanale. Questo investimento è in linea con il focus di Cinven di investire in campioni italiani per sostenere la crescita a livello nazionale e internazionale. In particolare, il team di Cinven è rimasto molto colpito dalla visione imprenditoriale di Michele Foppiani e dai notevoli risultati ottenuti dall’azienda sotto la sua guida”.

 

Francesco Pascalizi, partner e head di Permira in Italia, aggiunge che “Arcaplanet incarna molte delle caratteristiche che Permira ricerca nelle aziende in cui investe, essendo una società con un alto livello di crescita e una importante e crescente presenza online. Siamo felici che la collaborazione
con Arcaplanet possa oggi arricchire il nostro track record di investimenti di successo nel settore consumer e abbia favorito una crescita sostenibile della società. Infine, vorrei anche cogliere l’occasione per ringraziare il nostro co-investitore, Winch Capital Partners, che, a partire dall’acquisizione di Fortesan, è stato un partner eccellente durante questo emozionante viaggio di
creazione di valore”.

Gli advisor

BofA Securities e Mediobanca hanno agito come advisor finanziari dei venditori. Mediobanca ha operato con un team formato da Davide Bertone (nella foto a destra), Luca Mangiagalli e Scotto di Frega.

Giliberti, Triscornia & Associati, EY, OC&C/LTP e Maisto & Associati hanno affiancato Permira nell’operazione.

Barclays e Deutsche Bank hanno operato come advisor M&A.

Deloitte ha lavorato sui temi tax & structuring; onefourzero e Andrea Trocino hanno curato gli aspetti digital & tech;  Freshfields ha agito come advisor legale & antitrust dei compratori. Marsh ha seguito i profili assicurativi.

Il team multidisciplinare di Freshfields che ha assistito Cinven, in Italia, ha visto coinvolti il partner Luigi Verga, con il supporto dell’associate Giulio Politi e Domitilla d’Ambra per gli aspetti corporate; il partner Francesco Lombardo e il senior associate Andrea Giaretta per gli aspetti finance; il partner Gian Luca Zampa e il principal associate Giorgio Candeloro per i profili antitrust; il partner Renato Paternollo, con il senior associate Toni Marciante e l’associate Costanza Cascone per i profili fiscali; il counsel Lorenzo Fusco e l’associate Matteo Tola per i profili giuslavoristici.

Lascia un commento

Related Post