Namirial, azienda attiva nel fornire soluzioni per automatizzare i processi aziendali mediante i propri servizi fiduciari digitali,  ha annunciato l’ingresso di Franco Tafini, Head of DTS Compliance & Pre-Sales (nella foto di lato) e Federico Feroldi (nella foto in alto), Head of Innovative DTS Solutions, che portano le loro rispettive expertise in uno dei team più strategici per l’azienda, l’area DTS (Digital Trust Services) guidata dal CTO Davide Coletto ed in crescita di oltre il 40% nel primo semestre del 2021.

Si tratta di una scelta fortemente voluta dal Ceo Max Pellegrini, e sostenuta da tutto il management, a conclusione di un primo semestre 2021 in cui Namirial ha registrato un fatturato superiore a 40 milioni di euro, in crescita del 27% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, a conferma che l’azienda continua a espandersi e ad investire, attraendo nuovi talenti che accrescono e valorizzano ancora di più il capitale umano dell’azienda.

I profili  

Federico Feroldi, precedentemente Chief Technology Officer di PagoPA, e prima ancora parte del team per la Trasformazione Digitale del Governo Italiano, vanta una lunga esperienza internazionale, negli Stati Uniti, nel Regno Unito e in Germania, dove ha maturato una conoscenza approfondita nella programmazione di software, sistemi di architetture scalabili e tecnologie innovative.

Franco Tafini proviene da un’esperienza più che ventennale in Intesa (An IBM Company) dove come Head of CA & DTM Solutions ha guidato importanti progetti relativi alla firma digitale specialmente nel mondo finanziario. La sua competenza ed esperienza nel mondo dell’Identità Digitale e delle Certification Authorities consentiranno di supportare la crescita di Namirial sia in Italia che all’estero.

“Sia Franco che Federico sono due figure chiave in cui crediamo molto e che rafforzeranno ulteriormente il nostro team DTS, tra le eccellenze della nostra azienda perché fortemente orientato all’innovazione e all’espansione all’estero dove è attualmente presente in 60 paesi attraverso una rete di partner e proprie sedi in Austria, Brasile, Germania e Romania”, ha commentato Max Pellegrini, CEO di Namirial

Lascia un commento

Related Post