L’It piace sempre di più ai fondi. Stavolta è il turno di Maticmind, IT System integrator italiano che offre soluzioni informatiche per la progettazione e gestione del data center e della sicurezza informatica guidato dal presidente Carmine Saladino e partecipato dal Fondo Italiano d’Investimento,  che è passato al tandem Cvc e Cdp Equity.

Nel dettaglio, al completamento dell’operazione, Cvc tramite il Cvc Fund VIII deterrà il 70% di Maticmind, mentre CDP Equity e Saladino controlleranno il 15% ciascuno.

L’azienda

Maticmind, con oltre 800 dipendenti distribuiti su 11 sedi sparse sul territorio nazionale e con circa 300 milioni di euro di fatturato a fine 2019, è tra i principali system integrator italiani operanti nella vendita di soluzioni e servizi professionali relativi a sistemi di networking, cybersecurity, collaboration, datacenter e application, ma anche cloud migration , IOT e 5G, con
clienti sia del settore pubblico che privato. Il Fondo Italiano d’Investimento era entrato nella società nell’ottobre 2020 a supporto della società che in questi due anni è cresciuta del 50% con un fatturato superiore ai 400 milioni di euro anche attraverso m&a. Sei le acquisizioni realizzate fra le quali quelle di ITI e di Sind con il supporto di Banca Mediolanum Investment Banking quale advisor.

Contestualmente a questa transazione, Maticmind ha annunciato l’acquisizione di una quota di maggioranza in SIO, azienda italiana attiva nel mercato della cybersecurity e delle tecnologie per l’intelligence. Elio Cattaneo, che resta ceo, e i suoi soci co-fondatori di SIO continueranno a detenere una quota di minoranza nell’azienda.

Gli advisor

CVC, che ha agito con il partner Giorgio De Palma (foto) e il senior managing director Andrea Peyracchia, è stata assistita da BNP Paribas, Gattai Minoli Partners, FRM Tax e EY, mentre CDP Equity è stata assistita da Intesa Sanpaolo, Orsingher Ortu, Tremonti Romagnoli Piccardi e Associati e EY.

Carmine Saladino e Fondo Italiano d’Investimento sono stati assistiti da Mediolanum Investment Banking, guidata da Diego Selva, con un team coordinato da Lorenzo di Rosa e composto da Luca De Ninno, Monica Nuara, Niccolò Baldacci e Nicola Facen.

Saladino e FII sono stati inoltre seguiti da KPMG Corporate Finance, BonelliErede, Cappelli RCCD e Merger Advisor STP.

Sio è stato assistito da Cornelli Gabelli e Associati.

Nel dettaglio, Orsingher Ortu ha agito con CDP Equity con un team guidato dai soci Domenico Colella e Paolo Canal, dal counsel Pietro Masi e dall’Associate Andrea Piatti, e per i profili antitrust dal partner Edoardo Cazzato con l’associate Enrico Spagnolello.

BonelliErede ha agito al fianco di Carmine Saladino ed Essematica Holding con un ampio team multidisciplinare guidato dall’of counsel Roberto Cera e composto dalla senior associate Silvia Rometti, dall’associate Szilvia Petrik e da Sabrina Sanna per gli aspetti corporate; dal partner Luca Perfetti, dagli associate Andrea Gemmi e Marina Roma e da Cecilia Didonè per i profili golden power; dalla partner Sara Lembo e da Lorenzo Tosini e Gillian David per quelli antitrust e dal partner Vittorio Pomarici e dall’associate Alessia Varesi per i profili di diritto del lavoro.

Lo studio Legale Gattai, Minoli, Partners ha assistito CVC con un team guidato dai partner Bruno Gattai e Gerardo Gabrielli e con la senior associate Carolina Gattai e l’associate Filippo Speroni,  per gli aspetti corporate, e dal Counsel Nicola Martegani e la Senior Associate Clara Balboni, che hanno coordinato il team di due diligence su tutto il gruppo.

Lo Studio legale tributario Facchini Rossi Michelutti ha assistito CVC per gli aspetti fiscali relativi alla struttura dell’investimento e per la due diligence fiscale con un team composto dai partner Luca Rossi, Giancarlo Lapecorella e Marina Ampolilla, gli Associate Alessia Vignudelli, Andrea Porro, Andrea Conte, Anna Elisa Landriscina e Caterina Pezza.

Cappelli RCCD  ha agito con un team composto dai partner Guido Masini e Nicola Caielli e dagli associate Carlo Macale e Diego Zambujo per i profili corporate M&A e dalla partner Morena Bontorin per gli aspetti banking.

Lascia un commento

Related Post