Il fondo di private equity White Bridge Investment III, tramite veicoli appositamente creati, lancia due offerte pubbliche di acquisto volontarie totalitarie sulle azioni e i warrant emessi da Reevo, finalizzate al delisting della società guidata da Antonio Giannetto (in foto).

L’Opa su Reevo

Nebula Aurea BidCo, veicolo controllato dal fondo di private equity White Bridge e appositamente creato per questa operazione, ha lanciato un’offerta pubblica di acquisto volontaria totalitaria su 4.925.190 azioni ordinarie di Reevo pari al 97,45% del Capitale Sociale Pre-Dilution e del 94,36% del Capitale Sociale Fully-Diluted  e, dunque, rappresentative dell’intero capitale sociale dell’emittente.

L’offerente riconoscerà a ciascun aderente all’offerta sulle Azioni un corrispettivo pari a 17,60 euro per ogni azione portata in adesione all’offerta. Il corrispettivo incorpora un premio pari al +20,8% rispetto al prezzo ufficiale delle Azioni rilevato alla chiusura del 15 maggio pari a 14,57 euro. Inoltre L’offerente riconoscerà un corrispettivo di 0,18 euro per ogni Warrant portato in adesione all’offerta sui Warrant. Il corrispettivo Warrant incorpora un premio pari al +109,5% rispetto al prezzo ufficiale dei Warrant rilevato alla data del 15 maggio pari a 0,09 euro.

In caso di totale adesione all’offerta sulle azioni, il controvalore massimo complessivo dell’offerta sulle azioni è pari a 86.683.344 euro.

L’Opa finalizzata al delisting di Reevo

Le offerte sono finalizzate ad ottenere il delisting e, pertanto l’offerente non intende ripristinare un flottante sufficiente ad assicurare il regolare andamento delle negoziazioni delle azioni e dei warrant. L’offerente (e le persone che agiscono di concerto) ritengono infatti che il delisting e i vantaggi da esso derivanti in termini di semplificazione, minori oneri e maggior flessibilità gestionale e organizzativa, consentirebbero all’emittente di esprimere appieno il proprio valore intrinseco ad oggi non completamente espresso sul mercato di quotazione. L’Offerente intende inoltre contribuire in maniera determinante, attraverso le proprie competenze ed i propri capitali, all’accelerazione del business dell’Emittente supportando il top management nel processo di crescita.

Gli advisor

L’offerente è stato assistito da Banca Akros S.p.A – Gruppo Banco Bpm, in qualità di advisor finanziario delle offerte; o intermediario incaricato del coordinamento della raccolta delle adesioni alle Offerte; – Giovannelli & Associati, in qualità di advisor legale M&A dell’Offerente;  Dentons Europe Studio Legale Tributario, in qualità di advisor legale dell’Offerente. Ethica Group ha assistito, con il team di M&A Advisory, AGI S.r.l. e Salvix S.r.l., soci di riferimento di ReeVo S.p.A., nell’OPA volontaria totalitaria promossa da Nebula Aurea BidCo.

Nel contesto dell’operazione i soci di riferimento di ReeVo sono stati assistiti sugli aspetti finanziari da Ethica Group con un team composto da Fausto Rinallo, Paola Merletti e Cristian Cingari e sugli aspetti legali da Gattai, Minoli & Partners con un team composto da Sebastiano Cassani ed Enrico Candotti, Edoardo Brillanti, Angelo Nasuti e Alban Zaimaj.

Seconda Opa sul settore della Cyber security

L’Opa su Reevo segue il lancio a inizio anno dell’offerta pubblica su Sababa Security ad opera del  fondo arabo Investcorp. Nel dettaglio HWG Group HoldCo Spa, azienda veronese fondata nel 2008 da Enrico Orlandi e specializzata in cyber security, ha lanciato infatti un’opa con scopo delisting da Piazza Affari. HWG Group fa capo, dal 2022, a Investcorp, colosso del Bahrein specializzato nella gestione degli investimenti e nel private equity. Il prezzo di offerta è di 3,90 euro per azione, che rappresenta un premio del 14,7% sul valore di chiusura di giovedì 26 gennaio, del 16,335% e del 29,022% rispetto alla media dei prezzi di chiusura, rispettivamente, dell’ultimo mese e degli ultimi sei mesi.

Lascia un commento

Related Post