Officina Stellare, società vicentina quotata all’Aim di Borsa Italiana, attiva nelle tecnologie dei settori dell’aerospazio, della ricerca e della difesa, ha costituito insieme ad altri soci promotori la start-up innovativa spin-off dell’Università degli Studi di Padova, ThinkQuantum, che sarà controllata da Officina Stellare con il 50,5% delle quote, per un controvalore di 320mila euro.

Oltre ad Officina Stellare, ThinkQuantum vede tra i soci promotori, esponenti del mondo accademico quali i professori dell’Università degli Studi di Padova Paolo Villoresi, che assume il ruolo di Presidente e Giuseppe Vallone, entrambi con una esperienza ventennale ed incarichi di incarichi di prestigio a livello internazionale nel settore, oltre che inventori di alcuni brevetti nell’ambito d’interesse.

La startup

ThinkQuantum svilupperà e commercializzerà sistemi di sicurezza e di comunicazione avanzati basati su tecnologie quantistiche, fornendo un importante contributo alla filiera italiana in un ambito che sta rapidamente assumendo un valore sempre più strategico nello scenario internazionale. In particolare, tra le soluzioni ThinkQuantum ci saranno dispositivi per realizzare comunicazioni sicure e generare numeri casuali basati sulle proprietà quantistiche.

La sempre crescente domanda di sicurezza nelle comunicazioni – spiega Simone Capeleto, Amministratore Delegato di ThinkQuantum –  trova nell’odierna maturità delle tecnologie quantistiche la migliore risposta, le nostre soluzioni sono facilmente integrabili nelle attuali reti di telecomunicazione e si rivolgono a tutte le aziende, quali banche, assicurazioni, gestori di dati e servizi in genere che con i loro partner ICT, fornitori di reti di telecomunicazione e servizi crittografici, intendano innalzare i propri standard di sicurezza”.

La startup opererà quindi nei settori della cybersecurity, fornendo soluzioni in grado di garantire standard di sicurezza delle infrastrutture di comunicazione nettamente superiori a quelli attuali, anche nel caso di applicazioni “free space”, come quelle utilizzate dalla Laser Communication. Questo aspetto pone l’azione industriale e commerciale di ThinkQuantum all’interno di uno dei maggiori segmenti di sviluppo della New Space Economy, dove Officina Stellare è già tra le aziende leader.

Lascia un commento

Related Post