Destination Italia, travel tech italiana specializzata nel turismo dall’estero verso l’Italia, ha presentato domanda a Borsa Italiana di pre-ammissione, funzionale alle negoziazioni delle azioni e dei warrant sul mercato Aim Italia. Il gruppo ha anche dichiarato di avere avviato il bookbuilding.

L’offerta comprende azioni ordinarie di nuova emissione rivolta ad investitori qualificati e non e di warrant, assegnati gratuitamente, a favore di tutti coloro che alla data di inizio delle negoziazioni abbiano sottoscritto le Azioni ordinarie nell’ambito del collocamento o acquistato le Azioni ordinarie nell’ambito dell’opzione di over allotment.

Gli azionisti esistenti (Lensed star, Lastminute.comIntesa Sanpaolo) assumeranno un impegno irrevocabile nei confronti del Nomad, a far data dall’inizio delle negoziazioni e per i successivi 36 mesi, a non vendere o disporre in altro modo del 100% delle azioni possedute alla data dell’Accordo di lock-up. L’intervallo di prezzo indicativo all’interno del quale verrà individuato il prezzo finale è tra lo 0,95 e il 1,75 euro per azione ordinaria.

La quotazione ci consentirà, anche attraverso acquisizioni mirate di partner tecnologici, di essere tra i protagonisti della ripartenza del turismo in Italia e di contribuire ad aumentare i flussi di turisti stranieri che viaggiano nel nostro Paese, per creare un Campione nazionale del turismo di qualità”, ha commentato Dina Ravera, Presidente di Destination Italia.

Nato nel settembre 2016, il gruppo è attivo in Italia nel turismo incoming e nel turismo esperienziale B2B grazie all’innovativa piattaforma plug and play di cui si avvale, che offre alle agenzie di viaggi e ai tour operator internazionali la possibilità di acquistare, aggregare e strutturare per i clienti pacchetti di viaggio e servizi turistici selezionati ed esclusivi.

Destination Italia ha chiuso il bilancio consolidato al 31 dicembre 2020 con un valore della produzione di circa 7,1 milioni euro, mentre al 31 dicembre 2019 (anno pre-pandemia da Covid-19) il valore della produzione era stato di circa 34,9 milioni euro.

Gli advisor

Destination Italia è assistita da Integrae Sim in qualità di nominated advisor e global coordinator, dallo studio legale Alma società tra avvocati, da Emintad Italy in qualità di financial advisor, da PricewaterhouseCoopers in qualità di audit advisor, da Rsm Italy in qualità di tax advisor e da Be Media come consulente della società in materia di investor & media relation.

1 comment

Lascia un commento

Related Post