H.I.G. Capital, fondo d’investimento internazionale con oltre 52 miliardi di dollari di capitale in gestione, ha perfezionato l’acquisizione di i3 da parte della propria portfolio company Dgs, operatore nel mercato italiano dell’information technology specializzato nella trasformazione digitale dei processi aziendali e nei servizi di cybersecurity.

L’acquisizione di i3 rappresenta il settimo add-on completato da Dgs – guidato dal co-ceo Vincenzo Fiengo – da quando è stata acquisita da H.I.G. Capital, di cui Raffaele Legnani è managing director a capo in Italia. Ad agosto, sempre attraverso la portfolio company Dgs, H.I.G. Europe ha perfezionato l’acquisizione di InnovatesApp, attiva nell’information technology e si occupa in particolare della trasformazione digitale dei processi aziendali e nei servizi di cybersecurity. A luglio ha chiuso l’acquisizione di Tow 80 S e poco prima a giugno ha comprato Smc Treviso. Ormai quasi un anno fa, a gennaio, Dgs ha acquisito l’azienda parmigiana Sarce attiva nel settore della digital transformation e a luglio 2021 LumIT.

La realtà

Con sede a Napoli, i3 è specializzata nella fornitura di servizi di consulenza e di system integration con specializzazione nell’ambito del product lifecycle management. La società, di cui Claudio Petagna e Dario Rosario Paoletti sono fondatori ed azionisti, offre ai propri clienti un’ampia gamma di servizi di progettazione e implementazione della strategia informatica e di personalizzazione, gestione integrata e manutenzione dei sistemi informativi. i3 si rivolge principalmente a società multinazionali di grandi dimensioni in diversi settori tra i quali: manufacturing, energy & utilities, telco & media e aerospace & defence.

Gli advisor

Per tutti gli aspetti relativi alla strutturazione e negoziazione dell’operazione, Dgs è stata assistita da King & Wood Mallesons, con un team guidato da Davide Proverbio (partner) e composto da Giulia Zoccarato (associate) e Irene Munaretto (trainee), con la collaborazione dello studio legale Landi per la due diligence di diritto amministrativo e ambientale, Perani Pozzi Associati per quella di diritto industriale e Morpurgo e associati per quella giuslavoristica.

Spada Partners ha agito con un team coordinato dal partner Guido Sazbon per la tax due diligence coadiuvato da Francesco Podagrosi e Gaetano Piazzolla e dal partner Cristiano Proserpio coadiuvato da Giorgio Corti e Tommaso Bartolucci per gli aspetti relativi alla financial due diligence. Nell’operazione, Dgs è stata altresì assistita da Fineurop Soditic.

Claudio Petagna e Dario Rosario Paoletti sono stati assistiti dall’avvocato Clemente Pecoraro e dallo studio Sagit.

Per tutti gli aspetti legati al finanziamento dell’operazione, Dgs è stata assistita da un team di Orrick Herrington Sutcliffe, composto da Marina Balzano (partner), Leopoldo Esposito (associate) e Valentina Bombino (trainee).

Le banche finanziatrici sono state assistite da Simmons & Simmons.

Lascia un commento

Related Post