La società francese di buoni pasto Edenred ha dichiarato che la propria controllata Edenred Italia è sotto inchiesta da parte della Procura di Roma in relazione a presunte condotte fraudolente in una gara d’appalto pubblica lanciata nel 2019 e assegnata nel 2021.

“Edenred è a disposizione delle autorità giudiziarie italiane per fornire tuttproce le spiegazioni necessarie”, ha detto la società in un comunicato. In un’altra nota, senza nominare Edenred, la procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma ha detto che un giudice ha emesso un decreto di sequestro di beni per un valore di circa 20 milioni di euro in “un’azienda leader che opera nel settore dei servizi per aziende pubbliche e private”.

Edenred Italia, cosa ipotizza l’accusa

Sotto inchiesta sono quattro i dirigenti che si sono alternati alla guida della società in questione. L’indagine – che riguarda presunte attività fraudolente – sono legati all’assegnazione di buoni pasto alla pubblica amministrazione italiana. In sostanza, secondo il comunicato diffuso dalla Pindagrocura di Roma, la società avrebbe fatto sottoscrivere agli esercizi commerciali convenzionati accordi paralleli rispetto a quelli previsti dalla gara.

Secondo l’accusa, la società avrebbe concordato con la centrale unica degli acquisti un valore al massimo ribasso, salvo poi alterare l’offerta con accordi che non rivelavano gli sconti pattuiti con i privati. “Edenred non può commentare mentre l’indagine giudiziaria è in corso, ma è fiduciosa dell’esito”, ha detto la società in un comunicato.

Reazione del mercato

Il titolo a Parigi era in calo dell’11,2% poco prima dell’apertura di Wall Street. un’ora dopo l’avvio degli scambi negli Stati Uniti Edenred ha subito un ulteriore ribasso, rompendo la soglia psicologica  dei 50 euro ad azione e anche il supporto a quota 48 euro, già toccato a novembre 2023 e poi anche a gennaio dello scorso anno.

Lascia un commento

Related Post