È stata perfezionata la terza emissione da 25 milioni di euro del Basket Bond di filiera di Cassa Depositi e Prestiti (Cdp) e Unicredit. Il programma, da complessivi 200 milioni di euro, mira a finanziare i piani di sviluppo in Italia e all’estero delle imprese appartenenti alle filiere strategiche dell’economia italiana.

Terza tranche dei Basket Bond di filiera, le aziende coinvolte

Questa terza tranche di basket bond riguarda, in particolare, sei imprese appartenenti al settore vitivinicolo e a quello della produzione e distribuzione cinematografica e televisiva le quali hanno emesso singolarmente altrettanti minibond di durata pari a sei anni, raccogliendo risorse utili a finanziare i rispettivi piani di investimento e sviluppo.

Le sei aziende coinvolte sono Barone Ricasoli, Cantine Ermes, Cantine Paololeo, Mastropasqua International e Tenute Piccini (operanti nel settore vitivinicolo) e Minerva Pictures Group (operante nel settore della produzione e distribuzione cinematografica).

Con questa terza emissione il Basket Bond di filiera arriva a sostenere complessivamente, con 67 milioni di euro, 12 imprese. Di queste, otto appartengono al settore vitivinicolo e quattro a quello della produzione e distribuzione cinematografica e televisiva.

Cdp e Unicredit hanno sottoscritto il 50% dei minibond delle società

Cdp e Unicredit, agendo in qualità di anchor investor dell’operazione, hanno sottoscritto ciascuna (la prima tramite l’investimento in titoli asset backed emessi da un veicolo di cartolarizzazione) il 50% dell’ammontare complessivo, così come era avvenuto nelle due precedenti emissioni del programma.

Gli advisor

BonelliErede ha assistito Unicredit, in qualità di arranger della cartolarizzazione, con un team guidato dalla partner Emanuela Da Rin, leader del focus team banche, coadiuvata dal managing associate Giovanni Battaglia e con la collaborazione dell’associate Roberto Retina. Gli aspetti fiscali sono stati seguiti dal socio Andrea Silvestri, coadiuvato dagli associate Luigi Quaratino e Alessandra Pulito.

Lo studio ha anche assistito Cdp con un team guidato dal partner Antonio La Porta, membro del Focus Team Debt Capital Markets, coadiuvato da Marta Fugi.

All’operazione ha anche preso parte il team legale interno di Cdp che ha composto da Antonio Tamburrano, responsabile legale finanziamenti e garanzie, Maurizio Iaciofano, responsabile legale imprese, infrastrutture e istituzioni finanziarie, Andrea D’Agostino, responsabile legale imprese e istituzioni finanziarie, e da Sebastian Roberti e Claudia Senatore.

Legance, con un team composto dal partner Antonio Siciliano, coadiuvato dal senior associate Vincenzo Gurrado e dall’associate Claudia Rossi e, per gli aspetti fiscali, dalla partner Claudia Gregori, dal senior counsel Francesco Di Bari e dall’associate Chiara Scala, ha, invece, assistito Unicredit, in qualità di arranger dell’emissione dei minibond e sottoscrittore di una quota pari al 50% degli stessi.

Lascia un commento

Related Post