Eos Investment Management Group, asset manager indipendente, attivo negli investimenti in transizione energetica e sostenibile attraverso fondi in infrastrutture e private equity, e Lightsource Bp, attivo a livello globale nello sviluppo e nella gestione di progetti di energia solare, hanno formalizzato la vendita di 6 progetti in Italia.

Il portafoglio, con una capacità complessiva di 294 MW, è costituito da progetti fotovoltaici autorizzati o in fase conclusiva del processo autorizzativo, con l’avvio della costruzione previsto nei prossimi 12 mesi.

L’obiettivo della partnership Eos Im e Lightsource Bp

I progetti promuoveranno iniziative di integrazione della generazione di energia rinnovabile con diverse attività agricole quali la produzione di miele, la coltivazione di ulivi, pistacchi e aranci e altre colture locali, oltre ad ospitare il pascolo ovino, in una logica di piena tutela della biodiversità.

Questa transazione consente a Lightsource Bp di reinvestire ed estendere ulteriormente la sua presenza nel mercato italiano. Con sede a Milano e un team composto da 30 dipendenti, l’azienda ha sviluppato finora un portafoglio di impianti fotovoltaici da oltre 1 Gw in fase autorizzativa avanzata e ha consolidato una sostanziale pipeline di progetti di stoccaggio dell’energia. Allo stesso tempo, l’importante accordo raggiunto consente ad Eos Im di rafforzare il proprio posizionamento come uno degli investitori indipendenti più attivi nell’energy transition in Italia.

Commenti all’operazione

“La domanda di elettricità rinnovabile, sicura e generata localmente, è in aumento. Accordi come questo ci consentono di reinvestire e amplificare la capacità di fornire energia verde sia ad utilities che a clienti industriali, contribuendo così ad accelerare la transizione energetica su scala globale”, ha dichiarato Giovanni Mascari, country head Italy di Lightsource bp.

“Questa acquisizione contribuisce ad ampliare il portafoglio del nostro secondo fondo infrastrutturale dedicato alla green energy che conta su 370Mw di assets operativi o in costruzione, oltre ad un portafoglio di 600Mw di progetti prossimi alla completa autorizzazione“, ha commentato Natalino Mongillo, managing partner di Eos Im.

Gli advisor

Per Eos Im l’operazione è stata seguita da Natalino Mongillo, Giuseppe La Loggia, Riccardo Belli e Mauro D’Addetta. Lightsource bp è stata assistita dai consulenti finanziari Lazard con un team composto da Paolo Dell’Orletta, Niccolò Melani, Giorgio Luigi Passerini e Fabio Nebuloni, e Prothea, con un team composto da Pietro Torrente e Giulia Defendi e David Armanini.

Ashurst ha agito in qualità di consulente legale. Eos Im è stata assistita da Gianni & Origoni in qualità di advisor legale, da Ata Rinnovabili per aspetti tecnici, da Kpmg per gli aspetti di sostenibilità e da Deloitte per gli aspetti economico-finanziari.

Lascia un commento

Related Post