EpiCura, il primo poliambulatorio digitale in Italia che con un network di 900 professionisti certificati fondato da Alessandro Ambrosio e Gianluca Manitto (nella foto), ha chiuso la sua terza raccolta di capitali. Con un round di finanziamento di serie A del valore complessivo di 5 milioni di euro, EpiCura ha raggiunto una raccolta complessiva di circa 8 milioni di euro.

Federico Vermicelli, Stefano Ambrosioni

L’operazione è importante e strategica anche per il livello dei soci entranti. A guidare in qualità di lead investor figura con un investimento complessivo di 3 milioni di euro Europ Assistance Italia, compagnia leader dell’assistenza privata del Gruppo Generali, che e fa il suo ingresso in EpiCura con una logica di partner industriale con il chiaro obiettivo di portare i servizi socio-assistenziali del poliambulatorio digitale ai propri clienti a livello nazionale.

Al suo fianco figurano investitori legati al network di Ersel, specialista nella gestione di patrimoni, che ha già affiancato alcune tra le start up italiane di maggior successo nella strutturazione delle operazioni tramite Simon Fiduciaria. Importante, infine, la riconferma della fiducia nel modello di business e nella sua evoluzione da parte dell’iniziale gruppo di angel investor e del Club degli Investitori, che hanno seguito il nuovo aumento di capitale.

Gli advisor

Nell’ambito dell’operazione hanno agito come legal e financial advisor per EpiCura lo studio legale BonelliErede e lo studio legale e tributario RDRA. BonelliErede ha agito con un team guidato dal partner Federico Vermicelli (a sinistra nella foto in pagina), coadiuvato dall’associate Leone Momigliano.

Lo studio legale internazionale Gianni & Origoni ha assistito invece Europ Assistance, con un team coordinato dal partner Stefano Ambrosioni (a destra nella foto in pagina) e composto anche dal partner Ilaria Placco e dall’associate Tommaso Buda.

Lascia un commento

Related Post