Evergrande ha annunciato che i creditori dei prodotti finanziari e i detentori del bond onshore in yuan in scadenza oggi verranno pagati regolarmente. Una notizia che sta facendo volare il titolo del gruppo immobiliare, in rialzo del 17,62%, a 2,67 dollari di Hong Kong, dopo aver toccato un picco di 2,95 dollari.

Evergrande, però, al momento ha fatto sapere nulla sul bond in dollari, scambiati sui mercati internazioanli, che stacca oggi la cedola. Il gruppo avrà tempo altri trenta giorni per onorare il debito, altrimenti rischia il default.

La banca centrale cinese ha iniettato nel sistema 18,5 miliardi di dollari per evitare forme di credit crunch legate ad Evergrande e al sistema bancario. Come pronosticato da diversi economisti e analisti, insomma, sta prendendo corpo un salvataggio pubblico del gruppo immobiliare, che potrebbe assumere la forma di uno spezzatino degli asset.

I mercati asiatici stanno reagendo positivamente alle notizie su Evergrande. L’indice Hang Seng di Hong Kong sale dell’1,19%, a 24.510,98 punti. Tokyo è chiusa per festività.

Evergrande deve affrontare 83,5 milioni di dollari in pagamenti di interessi obbligazionari in dollari in scadenza oggi su un’obbligazione offshore da 2 miliardi di dollari. E altri pagamenti scatteranno il 29 settembre, con una cedola da 47,5 milioni di dollari.

Leggi anche: Evergrande mette in ginocchio i mercati mondiali. C’è il rischio di una crisi di sistema?

Lascia un commento

Ultime News