Al via la nuova alleanza strategica tra FinDynamic, fintech di riferimento in Europa nel settore della Supply Chain Finance, e Fabrick: le due realtà mettono a fattor comune le proprie caratteristiche distintive per digitalizzare i processi di supply chain finance e facilitare il rapporto di banche e grandi corporate con i propri clienti e  fornitori.

Particolarmente rilevante per un sistema produttivo come quello italiano caratterizzato dalla prevalenza di piccole e medie imprese, l’obiettivo della fintech – che oggi ha un market share superiore all’85%, più di 150 capo filiera attivi e oltre 18.000 fornitori coinvolti – è di permette alle aziende di generare valore economico attraverso l’utilizzo efficiente della propria liquidità.

Le soluzioni di dynamic discounting, confirming e factoring che le hanno permesso di affermarsi sul mercato e già utilizzate da oltre 190 realtà tra cui Liu Jo, Sperlari e Colmar, impiegano Fabrick Pass che permette di utilizzare le Api Psd2 pubblicate in piattaforma e sfruttare la licenza di Account information service provider (Aisp) della realtà open finance – disponibile in modalità “as a service” – per accedere alle informazioni dei conti delle imprese.

La collaborazione prevede inoltre l’integrazione dell’offerta di FinDynamic sulla piattaforma Open Finance di Fabrick per una più facile adozione delle soluzioni digitali di supply chain finance da parte di soggetti terzi, ed è rafforzata non solo dalla partecipazione della fintech alla community di Fintech District che fa capo a Fabrick ma anche dall’ingresso di quest’ultima nel capitale di FinDynamic per sostenerne la crescita.

L’alleanza rientra nella strategia di Fabrick di offrire a banche, fintech e corporate una suite di strumenti innovativi e digitali per coprire tutte le fasi del ciclo di gestione del denaro: dal pagamento, al finanziamento e infine all’incasso.

“L’obiettivo è che i nostri clienti percepiscano la Supply Chain Finance come un’opportunità e un supporto, non come una complicazione dei processi interni, e per garantire questo al meglio, è nostro dovere precedere l’innovazione tecnologica” dichiara Enrico Viganò, ceo & founder FinDynamic.

Paolo Zaccardi, Ceo di Fabrick (nella foto) aggiunge: “Digitalizzare i processi per ottimizzare le risorse e così favorire l’adozione di best practices a vantaggio di tutti gli attori in gioco, questo l’obiettivo di Fabrick. Per farlo abbiamo creato un ecosistema in un cui la collaborazione permette una facile integrazione delle migliori soluzioni sul mercato”.

Lascia un commento

Related Post