Banca Valsabbina e modefinance hanno siglato un accordo di collaborazione finalizzato ad efficientare e ottimizzare alcuni processi creditizi interni, con particolare riferimento alla pre-valutazione delle società di capitali.

La banca bresciana e l’agenzia di rating fintech specializzata nella valutazione del rischio di credito delle aziende, si legge in un comunicato, hanno stretto una partnership strategica che prevede l’adozione della piattaforma tecnologica tigran, soluzione rating-as-a-service sviluppata sulle specifiche esigenze del mondo bancario, che integra le funzionalità di un’agenzia di rating in una piattaforma modulare, automatizzando alcune fasi del processo di valutazione del rischio ed efficientando le relative attività di monitoraggio.

La soluzione, personalizzata dalla banca, permetterà in particolare di effettuare una pre-valutazione digitale del merito creditizio delle società di capitali, riducendo i tempi di analisi degli operatori ed efficientando i processi creditizi interni, con conseguente ottimizzazione dello sviluppo del business.

I commenti

Hermes Bianchetti, responsabile divisione business di Banca Valsabbina, sottolinea che “la collaborazione con modefinance è stata avviata in quanto crediamo nelle partnership tra operatori tradizionali e fintech, nell’ambito di una positiva e sana contaminazione reciproca. Abbiamo avviato un progetto trasversale, rivedendo alcuni processi interni con l’obiettivo di efficientare l’analisi creditizia e mitigare quindi i rischi tradizionali della Banca, ricorrendo però a tecnologie evolute, rilasciate da una società leader nel suo segmento”.

Mattia Ciprian (nella foto di copertina), amministratore delegato e co-fondatore di modefinance, aggiunge che “la digitalizzazione e l’automatizzazione dei processi rappresentano oggi per le banche un fattore di competitività sul mercato. Questa nuova collaborazione conferma la validità delle nostre soluzioni come strumento per efficientare i processi interni di valutazione del credito e come tigran, facilmente integrabile e adattabile alle esigenze delle specifiche realtà che la adottano, sia un valido alleato per gli attori bancari tradizionali e non solo”.

Lascia un commento

Related Post