Un team di esperti e professionisti si è unito per creare Think Europa Institute  (“ThinkE”), un’associazione apartitica e senza scopo di lucro con sedi a Roma e Bruxelles che offre promozione, orientamento e diffusione della conoscenza in merito alle materie afferenti alle politiche ed i programmi di finanziamento dirette ed indirette provenienti dal Bilancio europeo, insieme alla finanza innovativa e tecnologica  come il crowdfunding ed i cryptoasset.

L’Associazione punta a promuovere in Italia la conoscenza e la partecipazione delle iniziative proposte dall’UE, stimolare le realtà pubbliche e private per avvicinarle alle politiche, ai programmi ed ai progetti europei. Le attività dell’associazione sono coordinate da un Consiglio Direttivo formato da Marco Corica (Presidente, nella foto), Founding Partner dello studio legale GIM Legal STA ed esperto in corporate finance, fondi di investimento (Fia) e regolamentazione europea sui GEFIA e sul Crowdfunding; Roberta Mancia (Tesoriere), Avvocato esperto in progettazione europea; Ludovico Monforte (Vice Presidente con delega agli affari istituzionali), manager, esperto in progettazione europea e Fintech; Vincenzo Perri (Vice Presidente con delega agli affari legali), Avvocato Cassazionista, Partner dello studio legale GIM Legal Sta e Co-founder dello
studio legale Corica –Perri); Alessandro Di Legge (Segretario Generale), manager del settore “non profit”;  Pietro Proietti (Social Media Manager), Pubblicista e Social Media Manager dello
studio legale GIM Legal Sta.

I commenti 

Il Fintech, i fondi diretti ed indiretti afferenti al bilancio europeo, il Next Generation EU – afferma l’avvocato Marco Corica, Presidente di Think Europa Institute – sono strumenti trasversali proiettati al rilancio dell’economia italiana ed europea. ThinkE nasce con la grande ambizione di unire le prospettive di investimento offerte dalla finanza privata alle opportunità di supporto delineate nella nuova programmazione finanziaria europea 2021/2027. Vogliamo essere protagonisti con la nostra azione nei processi di cambiamento e di ripresa già in atto, sostenuti dai nuovi strumenti di finanza innovativa”.

Il bilancio pluriennale europeo 2021/2027 – afferma l’avvocata Roberta Mancia, Tesoriere di ThinkE – costituisce la trasposizione del progetto e delle priorità politiche dell’Unione Europea nei mezzi finanziari necessari per realizzarle, con interventi decisi e strategici. Think Europa Institute si pone nel panorama nazionale come strumento di consapevolezza, di informazione, assistenza e formazione per i soggetti che intendano essere parte attiva delle politiche europee attraverso la partecipazione alle fonti di finanziamento dirette ed indirette”.

1 comment

Lascia un commento

Related Post