Fondo Italiano d’Investimento ha completato con successo il primo closing del fondo Fipec (Fondo italiano private equity Co-investimenti) a 82 milioni di euro. Il kick-off del progetto determina l’avvio di una strategia volta a istituzionalizzare e rafforzare l’operatività del mercato dei co-investimenti nel territorio nazionale.

Tra gli elementi di novità del Piano Industriale 2022-2025, caratterizzato da partnership e strumenti in grado di contribuire all’evoluzione dell’ecosistema del private capital in Italia, Fipec è uno strumento dedicato a sostenere la crescita delle piccole e medie imprese italiane in co-investimento con primari operatori di private equity nazionali e internazionali.

Il ruolo di Cassa Depositi e Prestiti

Le caratteristiche del fondo consentono di ampliare ulteriormente il raggio d’azione di Fondo Italiano, andando a colmare una fascia di mercato attualmente non presidiata dagli operatori di private equity ma dalle ampie potenzialità. A oggi in Italia, a differenza dei principali paesi europei, non risultano infatti attivi fondi di co-investimento istituzionali dedicati alle imprese del nostro Paese.

Fipec opera con il sostegno del cornerstone investor Cassa Depositi e Prestiti, che agisce anche in qualità di sponsor, e di altri investitori istituzionali e family office. Il Fondo investirà prevalentemente insieme a operatori già parte del network creato dall’attività di fondi di fondi di Fondo Italiano, ma anche con altri gestori, promuovendo nuove sinergie e partnership.

Classificato come strumento art.8 in base al Regolamento UE 2019/2088, il Fondo si concentrerà su investimenti in aziende attive in più settori strategici per l’economia del Paese che, nel rispetto dei criteri Esg, presentino prospettive di sviluppo in Italia e all’estero e siano caratterizzate da un significativo potenziale di creazione di valore.

Commenti all’operazione

Marco Lucchini, senior partner di Fondo italiano d’investimento Sgr e co-responsabile del fondo Fipec, sottolinea: “Fipec rappresenta uno strumento altamente innovativo per il mercato italiano del private equity, che ha fin da subito accolto con grande interesse questa iniziativa e le sue potenzialità. Ancora di più nell’attuale contesto di mercato, contraddistinto da una generalizzata difficoltà a completare le attività di fundraising, le caratteristiche di FIPEC vanno incontro alle esigenze delle aziende e degli operatori di private equity”.

Luigi Tommasini, senior partner di Fondo italiano d’investimento Sgr, responsabile delle attività di fondi di fondi e co-responsabile del fondo Fipec, commenta: “Fipec beneficia dell’ampia rete di partnership e relazioni sviluppate dagli investimenti dei fondi di fondi di Fondo italiano che permetterà di selezionare gli investimenti da una significativa pipeline di opportunità di qualità, sempre a supporto dello sviluppo delle imprese del nostro Paese”.

Roberto Travaglino, senior partner e direttore commerciale, investor relations e Esg di Fondo italiano d’investimento Sgr, aggiunge: “Le caratteristiche di questo nuovo fondo consentono agli investitori di ottenere un efficiente impiego del capitale a condizioni economiche attrattive ed una buona diversificazione dei gestori. Questo nuovo veicolo, il cui lancio è parte degli obiettivi del Piano Industriale approvato dal Cda, completa così l’offerta di Fondo italiano”.

Lascia un commento

Related Post