Fondo Italiano d’Investimento fa il suo ingresso come socio di maggioranza nel capitale di Pasta Berruto, pastificio piemontese attivo sui mercati internazionali sin dagli anni Settanta.

L’operazione è realizzata tramite il Fondo Italiano Agri & Food, che acquisirà l’attuale quota di circa il 60% di Webcor Investments ed è finalizzata a sostenere Pasta Berruto nel perseguimento dei propri obiettivi di crescita, in particolare all’aumento della capacità produttiva, all’ulteriore rafforzamento all’estero e all’innovazione di prodotto.

Si tratta del secondo investimento realizzato da Fiaf, nato per sostenere la filiera agroalimentare italiana.

Pasta Berruto, un po’ storia

Con sede a Carmagnola in provincia di Torino, Pasta Berruto affonda le proprie radici tra l’Ottocento e i primi del Novecento. Attiva principalmente nella produzione di pasta secca di semola di grano duro, destinata alla grande distribuzione, nonché ai canali Ho.Re.Ca. e industriale, la società commercializza anche alcune varietà particolari di pasta e prodotti affini a completamento della propria gamma prodotti.

Con ricavi 2023 in crescita a 64,4 milioni di euro e marginalità in costante miglioramento, Pasta Berruto è presente sul mercato sia tramite prodotti private label sia a marchio proprio, realizza oltre il 90% del proprio fatturato all’estero ed è il primo pastificio italiano per tasso di esportazioni.

L’azienda occupa complessivamente circa 70 collaboratori e conta 9 linee produttive che realizzano circa 65 mila tonnellate l’anno di prodotti.

Webcor Investments, di cosa si occupa la holding

Webcor Investments Ltd. è una holding di investimento familiare con un totale di assets pari ad oltre 800 milioni, che trae origine da metà anni Settanta dalle attività di manifattura tessile nella Repubblica Democratica del Congo.

Oggi il gruppo è specializato nel settore agro-industriale nell’Africa subsahariana. I fratelli Stefano e Matteo Berruto, rispettivamente attuali amministratore delegato e direttore di stabilimento, insieme alla sorella Anna Maria Berruto, resteranno all’interno della società come soci di minoranza e manterranno ruoli operativi.

Pier Felice Murtas e Marco Pellegrino, senior partner del Fiaf, sottolineano che “attraverso la partnership con Fiaf, Pasta Berruto avrà le risorse per accelerare ulteriormente il proprio sviluppo, sia attraverso l’aumento della capacità produttiva sia grazie all’innovazione di prodotto, e potrà incrementare ulteriormente la propria leadership sui mercati internazionali”.

Gli advisor nell’operazione di Fondo Italiano d’Investimento

Lo studio legale Cappelli Rccd, con i partner Guido Masini e Nicola Caielli, i senior associate Alberto Elmi e Giuseppe Cuminetti, le associate Alberta Berruti e Livia Zaccheo e il junior associate Luca Valente, ha assistito Fondo Italiano d’Investimento. il fondo è stato anche assistito da Bernoni Grant Thornton per le attività di financial due diligence e tax due diligence, da Tauw Italia per l’attività di due diligence Ehs ed Esg, da Marsh per l’attività di insurance due diligence e da Liva per la stipula della polizza W&I.

Pirola Corporate Finance ha assistito Webcor Investments, in qualità di advisor finanziario con Ludovico Mantovani (founding partner), Marco Gregorini (md) e il team di analisti Andrea Ancarani, Marco Lombardini e Lorenzo Berardicurti. Pirola Pennuto Zei & Associati ha invece supportato Webcor Investments Group con Rosita Natta (partner) per quanto concerne gli aspetti fiscali e dda Ruggero Rubino Sammartano dello Studio Carnelutti come legal advisor.

La famiglia Berruto è stata assistita da Meti Corporate Finance in qualità di advisor finanziario, con un team composto da Vincenzo De Falco (nella foto), Ceo e Co founder, Riccardo Balletta (associato), Gabriele Presti (analista).

Berruto è stata seguita anche da Fabio Alberto Regoli, partner di Grimaldi Alliance per gli aspetti legali e dallo Studio Starola Cantino – Dottori Commercialisti Associati di Torino per quelli contabili e fiscali, che hanno anche assistito Stefano Berruto quale amministratore della società per alcuni aspetti del finanziamento e le ultime delibere del consiglio di amministrazione.

Vincenzo De Falco, Ceo e cofounder di Meti

 

Lascia un commento

Related Post