Franco Frattini è il nuovo presidente dal Consiglio di Stato, votato all’unanimità dal Consiglio di presidenza della giustizia amministrativa. Nominato presidente aggiunto del Consiglio di Stato già il 21 aprile dal premier Mario Draghi, Frattini succederà a Filippo Patroni Griffi, eletto giudice costituzionale lo scorso 15 dicembre e pronto a prendere il posto di Giancarlo Coraggio, il presidente della Consulta che il 28 gennaio del 2022 lascerà la Corte per scadenza del suo mandato.

Il ministro per la Pubblica amministrazione, Renato Brunetta si è congratulato con il nuovo presidente: “La sua grande competenza giuridica, la lunga esperienza nelle istituzioni, le riconosciute capacità di mediazione, ascolto e giudizio, ampiamente dimostrate in questi anni di lavoro di altissimo profilo, sono una garanzia al vertice della magistratura amministrativa, il cuore della giustizia nell’amministrazione”.

Il profilo

Franco Frattini (nella foto) ha iniziato la sua carriera come magistrato, diventando procuratore dello Stato nel 1981. Ben presto è arrivato in politica, ricoprendo tra i suoi incarichi più importanti quello di ministro degli Esteri per due volte coi governi Berlusconi (dal 2002 al 2004 e dal 2008 al 2011). Il suo impegno, però, è stato speso solo a livello nazionale: dal 2004 al 2008 è stato vice presidente della Commissione europea e commissario per la Giustizia, sicurezza e libertà.

La carriera di Frattini è costellata da cariche e nomine, tra cui quella di segretario generale della Presidenza del Consiglio dei ministri (1994), presidente del Comitato parlamentare per i servizi di informazione e sicurezza e per il segreto di Stato (1996), ministro per la Funzione pubblica e per il coordinamento dei servizi di informazione e sicurezza (2001- 2002), membro della Commissione per le riforme costituzionali (2013-2014) e tuttora Consigliere speciale del governo serbo per le trattative di adesione all’Unione europea.

Al di là della politica, dal 2011 al 2013 è stato presidente della Fondazione Alcide De Gasperi ed è tuttora presidente dal 2012 della Società italiana per l’organizzazione internazionale (Sioi), ente non a scopo di lucro a carattere internazionalistico.

Tra i vari riconoscimenti Franco Frattini è stato insignito, da parte del presidente della Repubblica di Francia, dell’ordine di Commandeur della Legion d’onore. Nel 2011 ha ricevuto a Losanna il Collare d’oro dell’ordine Olimpico, la più alta onorificenza del Comitato olimpico internazionale (Cio), per il suo impegno personale e per l’azione italiana a favore del riconoscimento al Cio dello status di osservatore nelle Nazioni Unite.

Lascia un commento

Ultime News