FT Energia – controllata da La Finanziaria Trentina, società privata ad azionariato diffuso il cui capitale è interamente trentino – ha ceduto a Equitix, investitore e gestore di fondi infrastrutturali, una quota del 5% di Dolomiti Energia Holding, fra le principali multi-utility italiane non quotate, con sede a Trento e un giro d’affari prossimo a 1,5 miliardi di euro. È operativa in tutti i principali settori energetici (produzione, distribuzione, vendita, mobilità elettrica, efficienza energetica, gestione rifiuti e ciclo idrico).

Equitix conta a oggi al suo attivo più di 300 partecipazioni in assets e società infrastrutturali in settori che includono energie rinnovabili, utilities, smaltimento rifiuti, trasporti, infrastrutture sociali, telecomunicazioni, e gestisce capitali per oltre 8 miliardi di euro. Equitix ha una solida presenza in Italia dove ha investito in svariate operazioni infrastrutturali a partire dal 2014, fra le quali, nel 2020, l’acquisizione  da Techint e Pizzarotti della partecipazione di controllo in Sat, società titolare della concessione di realizzazione e gestione in project financing di quattro nuovi ospedali in Toscana (Lucca, Pistoia, Prato e Massa-Carrara).

Con questa vendita, FT Energia, che prima della cessione rappresentava il secondo azionista di Dolomiti Energia e il primo tra quelli privati con una quota dell’11,87%, rimane comunque investita in una delle principali multi-utility italiane non quotate.

Gli advisor

FT Energia è stata assistita da Equita in qualità di M&A e financial advisor, con un team guidato da Carlo Andrea Volpe (Co-Head of Investment Banking, nella foto) e composto da Marino Marchi (Director), Alex Barbi (Vice President) ed Emanuele Pennacchia (Associate). Per Equitix, Hideal Partners ha agito in qualità di M&A e financial advisor, con i soci Roberto Massarenti e Lodovico Bianchi Di Giulio.

REF Ricerche, con i partner Samir Traini e Roberto Bianchini, ha assistito Equitix per gli aspetti commerciali e regolamentari, mentre EY ha svolto la due diligence fiscale e contabile.

DLA Piper ha assistito Equitix con un team multidisciplinare guidato dai partner Francesco Ferrari e Danilo Surdi, e composto dagli avvocati Federico Roviglio, Luigi Mula e Alessandro Carofiglio. Il partner Giovanni Iaselli, l’avvocato Giulia Isabella Valenzi e Maria Teresa Madera hanno curato i profili fiscali dell’operazione, il partner Domenico Gullo e l’avvocato Matteo Bozzo hanno curato i profili legati agli investimenti diretti esteri,

FT Energia invece è stata assistita da Chiomenti Studio Legale per i profili legali con un team composto dal socio Italo De Santis e dall’associata Ginevra Rebecchini e da Equita SIM che ha agito in qualità di M&A e financial advisor.

Gli aspetti notarili dell’operazione sono stati seguiti dal notai Angelo Busani dello Studio Notarile Busani & Partners.

Lascia un commento

Related Post