Il primo azionista è Cofiva Holding di Gianluca Vacchi. Socio di minoranza la Fariniundici di Luca Poggi e, con una quota residuale, Pibe di Emanuele Gnugnoli. Nasce così Cfp Holding, nuovo gruppo dell’imprenditore influencer Vacchi, certificato davanti al notaio Marco Orlandoni di Bologna. 

L’obiettivo è crescere nel business del cemento. Ed è scritto nello statuto. La newco ha come scopo “l’attività di acquisto, vendita, detenzione e gestione di una partecipazione in Eques”.

Eques è la società che Vacchi e altri soci, tra cui Brunello Cucinelli, ha lanciato a fine 2023, con lo scopo di rilevare il 25% di Financo, holding alla guida del gruppo umbro Colacem, realtà industriale attiva nella produzione di cemento con 17 sedi distribuite in tutta Italia e di proprietà della famiglia Colaiacovo.

Le “scatole cinesi” di Cfp

Milano Finanza ha ricostruito il legame esistente tra i soci di Cfp. Cofiva, il cui amministratore delegato è Emanuele Gnugnoli di Pibe, deterrà l’88,3% mentre spetta il 10% a Fariniundici di Poggi, senior partner dell’omonimo studio legale Poggi & Associati, anch’esso di Bologna, da tempo consulente del gruppo di Vacchi.

Non è tutto. Perché Luca Poggi è anche membro del cda di Ima, azienda di packaging guidata e controllata da Alberto Vacchi, che poi sarebbe il cugino di Gianluca, dal quale ha deciso di uscire. Oltre a essere Ceo di Cofiva Holding, Gnugnoli è anche partner dello studio di Poggi.

Tornando a Eques, la costituzione di Cfp Holding lascia intendere che assumerà nuove quote, appunto, di Eques, di cui Gianluca Vacchi già possiede il 33,3%. Altri quattro azionisti possiedono il 16,6%. Si tratta di Gbd di Gabriele Domenichini, Gvd del fratello Giovanni, Foro delle Arti di Brunello Cucinelli e Napura che fa capo a Gian Luca Sghedoni, ex Ceo di Kerakoll.

Lascia un commento

Related Post