Un miliardo di euro. È la cifra che Golden Goose punta a raccogliere con il collocamento a Piazza Affari secondo Reuters. Il socio di maggioranza, la società di private equity Permira, ha dato il mandato in questo senso a sette banche: Bank of America, Jp Morgan, Ubs, Bnp Paribas, Citigroup, Mediobanca e Unicredit. Se i numeri fossero confermati si tratterebbe di due miliardi in meno rispetto alla capitalizzazione stimata a ottobre. Tuttavia sarebbe ugualmente una delle Ipo europee più importanti del 2024.

Il debutto del gruppo di moda di lusso, che nei giorni scorsi il marchio ha inaugurato il suo primo travel retail store presso l’aeroporto di Fiumicino a Roma, è previsto entro la prima metà dell’anno. Golden Goose dovrebbe migliorare nel 2023 i numeri dell’anno precedente, con ricavi in crescita a circa 501 milioni di euro (+30%). Nell’ultima trimestrale la società veneta ha registrato un fatturato netto di 421 milioni di euro, +19% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e +60% rispetto al 2021. Il margine netto Ebitda è salito al +34,8%.

Di quotazione in Borsa si era parlato già oltre un anno fa, era l’inizio del 2022. La piazza indicata però era Wall Street. Fu proprio l’azienda guidata da Silvio Campara a smentire tale ipotesi, pur lasciando aperta l’ipotesi Ipo.

Lascia un commento

Related Post