Gourmet Italian Food (Gif), controllata dall’operatore di private equity Alcedo, ha acquisito il 100% di Cucina Nostrana, azienda attiva nella produzione a marchio proprio e conto-terzi di piatti pronti freschissimi, che propone un’ampia gamma di prodotti che copre le salse, gli antipasti, i primi piatti, i piatti a base di carne e pesce e i tramezzini.

Francis De Zanche

Nell’operazione, Gif ha acquisito anche Deppieri, interamente controllata da Cucina Nostrana, specializzata nella produzione di pane in cassetta e ha rilevato la partecipazione dalla famiglia Casagrande, che reinvestirà nella società. Alberto e Alessandro Casagrande manterranno i ruoli all’interno dell’azienda come co-amministratori delegati, rispettivamente nell’area amministrazione-produzione e nell’area commerciale, ed entreranno anche a far parte del comitato strategico del gruppo Gif.

La scheda delle aziende

Nata nei primi anni ’80 grazie all’intuizione di Ugo Casagrande, Cucina Nostrana si è specializzata nella produzione di piatti pronti freschissimi destinati prevalentemente alle catene della grande distribuzione. Nel 2016 l’azienda ha rilevato Deppieri, entrando così nel settore dei panificati e dei tramezzini.

Gourmet Italian Food è nata a giugno 2021 su iniziativa di Alcedo e di Fvs, attraverso il conferimento dell’intero capitale sociale di Eurochef Italia, controllata da Alcedo, e di La Gastronomica, controllata da Fvs. Attiva nella produzione di piatti pronti pastorizzati, oltre a detenere una partecipazione di controllo in Fabian, Eurochef produce e commercializza snack salati, panini e tramezzini. La Gastronomica è attiva nella produzione di gastronomia freschissima.

Con l’acquisizione di Cucina Nostrana, Gif rafforza il posizionamento nella gastronomia fresca di alta qualità e nel segmento degli snack salati ready to eat, integrando la filiera con la produzione del pane in cassetta. Cucina Nostrana e Deppieri realizzano un fatturato di circa 30 milioni di euro e permetteranno al gruppo integrato di raggiungere nell’esercizio 2021 un fatturato consolidato di oltre 65 milioni di euro.

Le aziende del gruppo Gif (Eurochef, La Gastronomica, Fabian, Cucina Nostrana e Deppieri) manterranno ciascuna identità, struttura, marchi e offerta prodotto che le hanno sempre contraddistinte negli anni, specializzandosi nei rispettivi segmenti di riferimento.

I commenti

L’acquisizione di Cucina Nostrana segue quelle di La Gastronomica e Fabian di soli pochi mesi fa – ha spiegato Filippo Nalon, partner di Alcedo  – e si inserisce nel progetto guidato da Alcedo di dare vita ad un gruppo leader nella gastronomia fresca di qualità, che ora vanta un portafoglio di piatti pronti diversificato che spazia dal fresco al freschissimo agli snack rivolgendosi a diversi canali distributivi, dalla Gdo, all’horeca ed al vending”.

Siamo lieti di poter lavorare con Alcedo e gli altri soci di Gif e di poter dare il nostro contributo alla crescita del gruppo, per farlo diventare il leader di mercato in Italia e per rafforzarne sempre più l’offerta ed il posizionamento nei mercati esteri”, hanno commentato Alberto e Alessandro Casagrande, co-amministratori delegati di Cucina Nostrana.

Gli advisor

Per Alcedo l’operazione è stata condotta dai partner Maurizio Tiveron, Michele Gallo e Filippo Nalon e dalla senior analyst Gioia Ronchin.

Ad occuparsi della parte legale è stato EY, con gli avvocati Renato Giallombardo (nella foto di copertina), Luca Spagna e Stefano Casamassima.

I profili banking sono stati gestiti da Gianni & Origoni, con Giuseppe De Simone e Alessandro Magnifico. 

Adacta Advisory ha svolto la due diligence finanziaria, con un team guidato dal partner Francis De Zanche (nella foto in pagina), con Alessandra Nicastro, Elisabetta Perissinoto e Riccardo Pellizzari.

Lo studio Rdra ha svolto la tax due diligence e si è occupato della strutturazione dell’operazione, con Leo De Rosa, Alessandro Manias, Libera Martini, Francesca Bassoli e Andrea Massaccesi.

La famiglia Casagrande è stata assistita dallo studio Grimani e Pesce, con Carlo e Rodolfo Pesce.

L’operazione è stata finanziata da Banco BPM.

La banca finanziatrice è stata assistita dallo studio legale Dentons, con gli avvocati Alessandro Fosco Fagotto, Tommaso Zanirato e Flaminia Lucchetti.

Lascia un commento

Ultime News