GVS ha acquisito il 100% del capitale sociale del gruppo RPB per un prezzo massimo di 194,4 milioni di dollari.

RPB, si legge in un comunicato, è un gruppo specializzato nella progettazione e nella produzione di protezioni per le vie respiratorie, compresi respiratori ad aria compressa e respiratori purificatori d’aria alimentati.

L’azienda bolognese attiva nella fornitura di soluzioni di filtrazione avanzate per applicazioni altamente critiche ha acquistato RPB dalla famiglia Ivory.

Il deal

GVS NA Holding (detenuta al 100% da GVS Spa) ha acquisito il 100% del capitale sociale delle americane Goodman Brands e Abretec Group, mentre GVS il 100% del capitale sociale di RPB Safety (società neozelandese).

L’operazione prevede per l’acquisto del 100% del capitale sociale un pagamento upfront pari a circa 150 milioni di dollari, e un eventuale earn out di 44,4 milioni di dollari (valore massimo), il cui pagamento, previsto nel 2022, sarà correlato proporzionatamente al raggiungimento degli obiettivi di ebitda adjusted di RPB del 2021.

La scheda di RPB

L’operazione, precisa la nota, “ha l’obiettivo di completare la gamma prodotti di GVS nell’ambito delle professional mask e acquisire know how tecnico”. Il business di RPB è concentrato negli Stati Uniti (76%) e in Australia (6%), “e permette di sviluppare sinergie in termini di cross selling per i prodotti GVS in Nord America, in particolare nel settore della sabbiatura abrasiva”

Nel triennio 2018-2020 i ricavi di RPB sono cresciuti con un cagr del 34%, passando da 20,7 milioni di dollari nel 2018 a 37,4 milioni di dollari nel 2020. La crescita registrata nel 2020 è stata guidata, in particolare, dall’ingresso nel mercato healthcare. L’aumento dei volumi ha favorito una maggiore contribuzione in termini di ebitda margin adjusted, passando dal 22,3% nel 2018 al 33,6% nel 2020.

Il commento

Massimo Scagliarini (nella foto di copertina), amministratore delegato di GVS, sottolinea che, “attraverso l’acquisizione del 100% di RPB, avremo l’opportunità di ampliare e rafforzare ulteriormente la nostra presenza nel mercato americano delle protezioni per le vie respiratorie. L’acquisizione rappresenta un ulteriore tassello nell’ambito della nostra strategia di continua crescita globale”,

Le banche e gli advisor

Per finanziare l’operazione GVS ha sottoscritto un contratto di finanziamento a cinque anni di 150 milioni di euro con un pool di banche finanziatrici composto da Mediobanca, che agisce anche come agent, Unicredit e Crédit Agricole Italia.

GVS è stata assistita dallo studio legale Ice Miller e da KPMG, in qualità di advisor fiscale e contabile, in relazione all’acquisizione di RPB.

Lo studio legale White & Case ha affiancato il compratore in relazione agli aspetti connessi al finanziamento con un team guidato dai soci Andrea Novarese e Iacopo Canino insieme agli associate Tiziana Germinario e Marco Bressan, tutti della sede di Milano.

Allen & Overy ha assistito gli istituti di credito che hanno erogato il finanziamento con un team guidato dal partner Pietro Scarfone, coadiuvato dal senior associate Luca Maffia e dall’associate Fabio Gregoris. Gli aspetti fiscali dell’operazione sono stati curati dal senior associate Elia Ferdinando Clarizia, assistito dall’associate Simona Simone e dal trainee Lino Ziliotti.

Lascia un commento

Ultime News