La catena alberghiera Mangia’s ha siglato una partnership con Hotel Investment Partners (Hip), controllata dell’operatore di private equity Blackstone

Sergio Martinelli

L’accordo prevede la creazione di una newco in joint venture, nella quale la famiglia Mangia mantiene la gestione di tutte le strutture alberghiere e un ruolo di azionista di riferimento. Nella joint venture confluiranno sei dei tredici resort della collection Mangia’s. Si tratta di tre hotel situati in Sardegna: il Cala Blu (nella foto di copertina) e il Marmorata a Santa Teresa Gallura e l’Agrustos a Budoni. E di tre in Sicilia: il Brucoli vicino a Siracusa, il Costanza a Selinunte e il Pollina a Cefalù. In totale, l’accordo riguarda oltre 1.900 camere.

La joint venture, si legge in un comunicato, “consentirà nei prossimi anni investimenti per circa 85 milioni di euro, che porteranno ad un’ulteriore valorizzazione dei resort che continueranno ad operare sotto l’insegna Mangia’s e al riposizionamento nel segmento premium del mercato dell’hospitality“.

La scheda dei player

Mangia’s, Resort by the Sea, rebranding di Aeroviaggi, conta su oltre un milione di visitatori l’anno. Il gruppo vanta tredici resort, situati in località balneari in Sicilia e Sardegna.

Hotel Investment Partners è stata fondata nel 2015 da Alejandro HernándezPuértolas e Banco Sabadell e acquisita da Blackstone nel 2017. Attraverso successive acquisizioni, il portafoglio è cresciuto fino a 65 hotel, per un totale di 20mila stanze tra Spagna, Grecia e Portogallo. Con il deal Mangia’s, il portafoglio si espanderà a 71 hotel e oltre 21mila stanze. Con un team di circa cento professionisti esperti nell’acquisizione, ristrutturazione e riposizionamento di hotel di alta qualità sottocapitalizzati, Hip lavora in partnership con i maggiori operatori del settore dell’hotelerie, tra cui RitzCarlton, Barceló, AMR Resorts by Hyatt, Hilton, Ledra e Marriott. Il gruppo ha in programma investimenti per oltre 600 milioni di euro nell’attuale portafoglio di resort.

Gli advisor

Lazard ha agito in qualità di advisor finanziario dell’operazione, con un team composto da Giacomo Liberti (managing director), Sergio Martinelli (director – nella foto in pagina), Saverio Pizzurro (vice president), Pier Giorgio Russo (associate) e Marta Torazzi (analyst).

Gianni & Origoni ha ricoperto il ruolo di advisor legale di Aeroviaggi, con un team composto dai partner Mariasole Conticelli (nella foto) e Massimiliano Macaione, dal senior associate Nicola Zito e dal senior associate Aldo Turella e dall’associate Chiara Mazzuca Mari per i profili commerciali, societari e per l’hotel management agreement nonché dal partner Fabio Chiarenza e dai senior associate Francesca Staffieri e Francesca Sciubba per gli aspetti fiscali.

Blackstone, in qualità di acquirente, è stato assistito dallo studio Shearman & Sterling con un team composto dal partner Domenico Fanuele, dal counsel Giovanni Cirelli e dall’associate Camilla Zanetti.

Lascia un commento

Related Post