Il fondo di private equity Equita Smart Capital (Eltif), gestito da Equita Capital, multi-asset manager del gruppo Equita, ha perfezionato il suo primo investimento entrando in Clonit, player in Italia nello sviluppo di test molecolari per malattie infettive e malattie genetiche, dai soci Carlo Roccio e Dario Russo. L’operazione si è conclusa, in linea con quanto annunciato a fine maggio, a seguito del positivo completamento della procedura golden power presso la Presidenza del Consiglio dei ministri.

L’investimento di Equita Smart Capital – di cui Rossano Rufini (nella foto) è il managing partner e responsabile private equity -, effettuato parte in acquisto quote e parte in un aumento di capitale, per una partecipazione pari al 33,3% del capitale, è finalizzato a dotare Clonit delle risorse necessarie per implementare il proprio piano di crescita, sia per vie esterne che tramite lo sviluppo organico del business esistente.

Clonit, fondata nel 1987 da Carlo Roccio, è specializzata nel campo della diagnostica molecolare, con uno spiccato know-how nelle malattie infettive e genetiche, maturato grazie alla professionalità dei propri collaboratori e alla lunga esperienza del management team nel settore. Clonit ha realizzato fatturati crescenti negli ultimi anni con Ebitda margin superiori al 30% e un’ottima generazione di cassa.

Lascia un commento

Related Post