Il fondo infrastrutturale Marguerite II ha acquisito il 25% del capitale del gruppo GTS. Il deal prevede una combinazione fra l’acquisto di azioni della famiglia Muciaccia e un aumento di capitale per finanziare il piano di investimento del materiale rotabile.

Fondata nel 1977 da Nicola Muciaccia e con sede a Bari, ricorda un comunicato, GTS è un operatore di trasporto merci intermodale che offre servizi di trasporto verticalmente integrati.

GTS “è il più grande operatore intermodale privato in Italia”. Nel 2020 ha registrato ricavi pari 111 milioni di euro e un ebitda di oltre 22 milioni.

La flotta di materiale rotabile di GTS comprende attualmente venti locomotive elettriche, 350 carri e 2.450 container interamente di proprietà del gruppo.

L’investimento di Marguerite “rafforzerà la strategia di crescita di GTS, supportando una significativa espansione della flotta di materiale rotabile per soddisfare la crescente domanda dei clienti di soluzioni di trasporto intermodale e il trasferimento modale dalla strada alla ferrovia nel trasporto delle merci”.

Il piano di investimenti GTS “dovrebbe aiutare l’ambiente a risparmiare 1,2 milioni di tonnellate di CO2 contribuendo ad evitare morti premature legate all’inquinamento e creare 170 nuovi posti di lavoro diretti”.

Le dichiarazioni

“Siamo lieti di entrare a far parte della famiglia Muciaccia per supportare la strategia di crescita di GTS”, ha commentato Michael Dedieu, managing partner di Marguerite. “Questo investimento si adatta molto bene alla nostra strategia di investimento in piattaforme infrastrutturali sostenibili che contribuiscono alla riduzione delle emissioni di CO2 e alla promozione del trasferimento modale dei trasporti”.

Alessio Muciaccia, azionista unico e amministratore delegato di GTS, ha aggiunto che “il nostro obiettivo è raggiungere una posizione di leadership in Europa nel campo del trasporto delle merci rispettoso dell’ambiente e sostenibile. Vediamo un’enorme opportunità, con un incredibile potenziale di crescita guidato da tendenze sottostanti, e vogliamo sfruttarla. Con l’aiuto di un partner come Marguerite, avremo risorse aggiuntive per accelerare e aumentare ulteriormente il nostro piano di crescita”.

Gli advisor

Marguerite è stata assistita da Santander (M&A), Bonelli Erede (legale), Steer (tecnico, commerciale ed Esg), KPMG (fiscale, finanziaria e paghe) e Willis Tower Watson (assicurativo).

GTS e la famiglia Muciaccia sono state assistite da Mediobanca in qualità di advisor M&A. Mediobanca ha agito con un team composto da Francesco Bosco (nella foto di copertina), Micheal Nowak e Camilla De Massa.

Al fianco dei venditori anche PwC TLS (legale) e Studio Damu (fiscale).

Lascia un commento

Related Post