Il New York Times ha comprato Wordle, gioco di parole online diventato un fenomeno virale negli scorsi mesi. A cedere è stato l’inventore del videogioco Josh Wardle, ingegnere informatico di origine gallese, residente a Brooklyn.  Il valore dell’operazione non è stato divulgato, ma, come riportato nel comunicato ufficiale del New York Times, non sarà inferiore al milione di dollari.

Che cos’è Wordle

Wordle è un puzzle game che ha come obiettivo l’individuazione di una parola di cinque lettere. Per far ciò si hanno a disposizione fino a sei tentativi, partendo da una parola che il giocatore sceglie casualmente.

Questo primo passo attiva “gli indizi” utili per i tentativi successivi, che sono di tre tipi, in base al colore della cella che contiene le lettere: cella verde, la lettera è presente nella parola da indovinare ed è nella posizione corretta; cella gialla, la lettera è presente nella parola da indovinare, ma non è nella posizione corretta; cella grigia, la lettera non è presenta nella parola da indovinare.

Curiosità: Wardle ha creato il gioco per la sua partner, amante come lui dei giochi di parole. Come spiegato da il Post, si ispira un altro gioco, reso popolare negli Stati Uniti per via del programma tv Lingo.

La strategia del New York Times

Quella di Wordle è la seconda acquisizione in un mese della società editoriale, che lo scorso 6 gennaio aveva annunciato anche l’acquisto del sito sportivo Athletic. Quest’ultima, con un valore pari a 550 milioni di dollari, si è affermata come la maggiore acquisizione da parte del giornale negli ultimi 30 anni.

Le due operazioni si inseriscono nella strategia del New York Times, che ha dichiarato di volere raggiungere l’obiettivo di 10 milioni di abbonati digitali entro il 2025. Per far ciò sta puntando anche sui videogame, come nel caso di Wordle.

Lascia un commento

Related Post