Secondo l’ultimo Report competenze 2023 realizzato da Iia il mercato dell’insurtech in Italia, nel triennio 2023/2025, vedrà l’inserimento di 25mila nuovi profili con competenze tecnologiche avanzate, tra cui data manager, cloud architect, data analytics, project & program management.

Dai dati raccolti nel Report, emerge che il 65% del campione intervistato ha difficoltà ad approcciarsi alle nuove soluzioni tra cui: Ai, blockchain, Iot e machine learning. Iia vuole porsi come intermediario tra la necessità del mercato di trovare nuove risorse e i giovani talenti, che spesso vedono il comparto assicurativo come una dimensione lavorativa ancora troppo ancorata a dettami analogici, senza capire come questo settore sia soggetto ad una forte rivoluzione tecnologica.

Per supportare l’ecosistema, Italian Insurtech Association (Iia) in occasione della quarta edizione dell’Italian Insurtech Summit, Out of The Box, di cui Dealflower è media partner, raccoglierà i curriculum di neo-laureati e giovani lavoratori per metterli in contatto con il mondo assicurativo, rendendoli così partecipi della rivoluzione tecnologica che sta investendo il settore. IIA svolgerà un’attenta attività di scouting al fine di veicolare i curricula più  validi alle aziende associate di Iia, ai partner e agli sponsor dell’evento.

Riguardo a questa iniziativa, il presidente di Iia, Simone Ranucci Brandimarte, ha dichiarato: “Una delle mission dell’associazione è quella di promuovere programmi di education per rafforzare le competenze tecnologiche della filiera e, al tempo stesso, reclutare oltre 13mila professionisti in grado di padroneggiare la rivoluzione tecnologica.  Dal momento che vogliamo avvicinare i giovani al mondo assicurativo, chiediamo proprio a questi ultimi di raccontarci un’idea, un’intuizione in 500 parole, di come questi due mondi, apparentemente così lontani possano e debbano coesistere”.

“L’associazione si è posta come obiettivo di diventare un ponte tra i giovani e il mondo del lavoro avendo a che fare con una rete molto fitta di aziende e società, che sono continuamente alla ricerca di risorse umane che portino innovazione e un cambio di approccio al lavoro. Quello che viene richiesto alle giovani risorse è energia, attenzione a tematiche come sostenibilità e innovazione, un approccio e un mindset differenti e competenze digitali native, che combinate con una naturale inclinazione rendono infinite le possibilità che la digitalizzazione e tecnologia offrono. Poi chiaramente i percorsi di studi maggiormente contemporanei e innovativi rendono i cv più appealing e interessanti” ha aggiunto Manuela Gargiulo chief marketing and communication officer di Iiia.

Iia Summit, gli eventi

Durante le giornate dell’Iia Summit dedicate alla formazione, il 30 novembre e il 1 dicembre,  sarà presente anche Talent Garden, il più importante operatore europeo di digital education, che organizzerà due tavole rotonde: CV dal Futuro? Il 30 novembre 16.45 alle 17.55 sarà diretta da Giulia Amico di Meane, global director digital skills academy di Talent Garden, in cui si investigherà come redigere un curriculum vitae che sia il più appealing possibile per un’azienda; Talenti di domani, dove cercare? Il 1 dicembre delle 11.30 a 12.30 con Alessandro Brega, chief digital officer di Talent Garden, che offrirà le proprie competenze e il proprio point of view, agli hr manager per confrontarsi con loro sulle modalità migliori per attrarre e trattenere i talenti digitali.

“In un mondo in continua evoluzione le competenze digitali sono il fondamento del successo in ogni settore, compreso quello assicurativo. Oggi investire nell’upskilling e nel reskilling è cruciale per rimanere competitivi. Talent Garden da sempre si impegna ad accompagnarle le aziende nel loro processo di trasformazione digitale, processo che non può trascurare il bene più prezioso per ogni business: le risorse. Le nuove tecnologie stanno rivoluzionando l’intero processo che porta all’acquisizione di nuove competenze. Le aziende che sapranno cogliere questa sfida avranno un vantaggio competitivo rispetto alle altre” – ha dichiarato Giuditta Massone, industry lead financial services di Talent Garden.

Ai giovani talenti sarà dedicato anche lo spazio #WeAreChubb, nella mattinata del 30 novembre, a cura della più grande compagnia assicurativa danni al mondo per capitalizzazione quotata in borsa, già socio senior di Iia e sponsor dell’Italian Insurtech Summit. Attraverso un gruppo di suoi collaboratori, Chubb si presenterà con desk informativi su Evoluzione digitale nel mondo assicurativo, Linee e rischi emergenti, Human Capital, Alta formazione e D&I.

L’iniziativa rientra nelle diverse attività promosse da Iia che hanno lo scopo di diminuire il Gap di competenze digitali all’interno della filiera, che continua a essere una delle principali sfide del settore assicurativo italiano, investendo in formazione e training.

 

Lascia un commento

Related Post