NexumStp con la sua branch Nexum Legal ha firmato un accordo con eBrevia per l’addestramento di un software di analisi contrattuale che utilizza l’intelligenza artificiale per analizzare ed estrapolare concetti legali e finanziari indipendentemente dal vocabolario utilizzato e quanto siano nascosti nel testo nell’ambito di operazioni di m&a, corporate e real estate. Un passo in più sul percorso dell’innovazione che in futuro permetterà ai consulenti di automatizzare processi, dedicandosi maggiormente ad attività strategiche.

La tecnologia

La soluzione It permette di risparmiare dal 30% al 90% del tempo incrementando l’accuratezza dal 10% al 60% rispetto all’analisi manuale di contratti. Nel dettaglio, NexumStp “trainizzerà” la macchina in italiano, insegnando al software tutte le nozioni e le terminologie del sistema giuridico nazionale tramite un team dedicato formato da avvocati e consulenti del lavoro.
La società eBrevia fa parte del gruppo Donnelley Financial Solutions (DFIN) che in Italia opera tramite Servif, suo partner esclusivo per l’Italia. Utilizzando l’intelligenza artificiale permette di analizzare ed estrarre concetti legali e finanziari indipendentemente dal vocabolario utilizzato e da quanto siano nascosti nel testo. In che modo? Unendo la tecnologia di natural language processing con machine learning – una tipologia di intelligenza artificiale focalizzata sullo studio di algoritmi.
“Siamo i primi in Italia nel nostro settore a compiere un simile progetto che rappresenta un grande valore aggiunto in ottica di efficienza e abbattimento dei costi per le PMI italiane e di crescita professionale per i nostri consulenti“, sottolinea Martina Tognolo, avvocato Responsabile dei dipartimenti di Diritto commerciale, societario e m&a di Nexum Legal (nella foto).

Lascia un commento

Ultime News