Intesa Sanpaolo e Iren – attraverso le controllate Iren smart solutions e Iren mercato – hanno sottoscritto un accordo quadro fino a 170 milioni di euro per la cessione e l’acquisto di crediti d’imposta superbonus ed ecobonus previsti dal Decreto Rilancio.

L’iniziativa punta a supportare Iren nei progetti di riqualificazione energetica degli edifici, consentendo un immediato smobilizzo del credito d’imposta derivante dagli incentivi fiscali. I lavori di riqualificazione consentiranno, per gli interventi previsti nell’ambito del cosiddetto Superbonus 110%, un risparmio energetico medio superiore al 50% dell’energia consumata, incidendo positivamente sui costi sostenuti da migliaia di famiglie per la fornitura elettrica: il risparmio in termini di emissioni, si legge in una nota, è stimabile a più di quattromila tonnellate di C02.

Le società del Gruppo Iren hanno già sottoscritto più di 500 contratti e avviato più di 300 cantieri relativi a lavori di riqualificazione, dei quali Intesa Sanpaolo acquisterà il corrispettivo credito d’imposta. La prima tranche di cessione sarà perfezionata entro il 31 dicembre 2021, per circa 40 milioni di euro.

“Intesa Sanpaolo conferma così il proprio impegno nel supportare la transizione verso un’economia a più basse emissioni di carbonio accompagnando e sostenendo le imprese che agevolano il miglioramento dell’efficienza energetica”, Mauro Micillo (nella foto), chief della divisione Imi corporate & investment banking di Intesa Sanpaolo.

“La collaborazione con un importante player finanziario come Intesa Sanpaolo ci consente, attraverso i numerosi progetti di efficientamento energetico degli edifici avviati nei nostri territori, di rafforzare ulteriormente il nostro ruolo come partner di riferimento per le comunità, affiancandole con i nostri servizi di smart solutions in un percorso di sviluppo sostenibile”, Gianni Vittorio Armani, ceo e direttore generale del Gruppo Iren.

Lascia un commento

Ultime News