Intesa Sanpaolo ha erogato un finanziamento per un ammontare di 40 milioni di euro a Sacmi, azienda attiva nella fornitura di macchine e impianti per ceramica, packaging, food&beverage, tecnologie e materiali avanzati.

Il prestito, si legge in un comunicato, è finalizzato al raggiungimento di specifici obiettivi di ricerca e sviluppo, “orientati al miglioramento della sostenibilità ambientale dei processi produttivi ceramici e del rigid packaging, con enfasi sulla dimensione della circolarità”.

Il finanziamento è assistito dalla Garanzia Green di Sace per l’80% dell’importo finanziato.

L’operazione consiste in una linea di credito della durata di otto anni, caratterizzata da un meccanismo di pricing legato al raggiungimento di precisi target in ambito di circular economy.

L’operazione è stata conclusa dalla divisione IMI Corporate & Investment Banking di Intesa Sanpaolo, guidata da Mauro Micillo (nella foto di copertina), con il supporto del team circular economy di Intesa Sanpaolo Innovation Center, società del gruppo dedicata all’innovazione, presieduta da Maurizio Montagnese.

I commenti

Paolo Mongardi, presidente di Sacmi, sottolinea che “il finanziamento si colloca, rafforzandola, all’interno della precisa strategia del gruppo di continuo miglioramento del profilo ambientale della propria offerta globale in risposta ad una domanda sempre più sensibile e conferma il forte impegno dell’azienda verso la sostenibilità e le tematiche Esg, environmental, social e governance”.

Richard Zatta, responsabile global corporate della divisione IMI Corporate & Investment Banking di Intesa Sanpaolo, aggiunge che “l’economia circolare è fondamentale per uno sviluppo economico che generi un impatto ambientale e sociale positivo”.

Simonetta Acri, chief mid market officer di Sace, dichara che, “con questa operazione, prosegue il nostro impegno costante a supporto della transizione ecologica del Paese”.

Lascia un commento

Related Post