Non si arresta l’attività di Investindustrial, fondo paneuropeo guidato da Andrea Bonomi.

Dopo l’acquisizione del gruppo Fassi poco tempo fa, il fondo ha sbaragliato i private equity in lizza per l’asset e insieme alla famiglia Bagnoli fondatrice della Sammontana tramite la Frozen Investments si aggiudica Fda Group cioè il gruppo Forno d’Asolo – Bindi, venduto da Bc Partners. Quest’ultimo aveva acquisito Forno d’Asolo nel 2018 in un deal dal valore sui 275 milioni di euro. Due anni dopo, nel 2020, i fondo guidato in Italia tra gli altri dal partner Stefano Ferraresi, aveva poi comprato Bindi per 200 milioni.

Stefano Ferraresi, partner di Bc Partners

Obiettivo di Investindustrial e della famiglia Bagnoli è ora quello di fare un ulteriore passo e unire le due realtà al fine di creare un produttore d’eccellenza internazionale di prodotti surgelati di pasticceria, dessert e gelato. E forse proprio questa sinergia industriale sarà stata fra gli elementi che hanno favorito l’accoppiata rispetto ai pretendenti da tempo sul dossier quali il private equity Pai e il gruppo industriale belga Vandemoortele.

La valutazione dell’operazione su Bindi-Forno d’Asolo, secondo i rumors di mercato, sarebbe di circa un miliardo di euro per un gruppo che ha un giro d’affari superiore ai 500 milioni di euro e un margine operativo lordo di 80milioni circa.

L’operazione, nel dettaglio

La famiglia Bagnoli, Investindustrial e il senior management deterranno il 100% del nuovo gruppo con il controllo operativo che resta nelle mani della famiglia e Investindustrial che guiderà l’espansione internazionale. Leonardo Bagnoli, CEO di Sammontana, sarà nominato Presidente, mentre Alessandro Angelon, CEO di Forno d’Asolo, diventerà CEO del nuovo gruppo. Marco Bagnoli diventerà Presidente di Sammontana Spa.

Il gruppo risultante dall’unione di Sammontana e Forno d’Asolo avrà un fatturato di quasi 1 miliardo di euro con stabilimenti produttivi in Italia, negli Stati Uniti e in Francia, e oltre 2.500 dipendenti. La nuova entità opererà attraverso molteplici canali, essendo partner di rilievo per i principali bar, ristoranti, hotel, rivenditori alimentari e aziende di catering per i prodotti surgelati di pasticceria, dessert e gelato.

La partnership combina l’esperienza della famiglia Bagnoli nel settore del gelato e della pasticceria surgelata con il potenziale di crescita di Forno d’Asolo e la capacità di Investindustrial di globalizzare con successo aziende manifatturiere italiane di alta qualità. Questa partnership unisce due aziende complementari e con capacità manifatturiere di primo livello, al fine di creare un gruppo internazionale globale di prodotti surgelati di pasticceria, dessert e gelato attraverso un processo di buy and build e un’ulteriore espansione geografica.

“Crediamo molto nella collaborazione con la famiglia Bagnoli – ha commentato Bonomi -. Sia Sammontana che Forno d’Asolo sono aziende di grande successo con management eccellenti e un buon track record in materia di sostenibilità. Entrambe le società hanno completato diversi add-on negli ultimi anni, fornendo una solida piattaforma grazie alla quale la famiglia Bagnoli e Investindustrial potranno perseguire una strategia di buy and build per internazionalizzare ulteriormente il gruppo risultante dalla loro unione, specialmente nel mercato statunitense“.

Le aziende coinvolte

Con sede a Empoli, in Toscana, e fondata nel 1946, Sammontana è un brand noto nell’industria della pasticceria surgelata e del gelato in Italia. Il suo portafoglio prodotti include marchi – come il gelato Sammontana e la pasticceria surgelata Tre Marie – che vengono principalmente venduti a hotel, ristoranti, bar, società di catering, supermercati e gelaterie.

Fondata nel 1985 e con sede a Maser, Treviso, Forno d’Asolo è un produttore e distributore di prodotti surgelati di alta qualità, tra cui pasticceria dolciaria e salata da forno. L’azienda vende i suoi prodotti, tra cui i noti marchi Forno d’Asolo e Bindi, principalmente a bar, ristoranti, hotel e società di catering, con oltre 70.000 clienti in 40 paesi in tutto il mondo.

 Gli advisor

Nell’operazione Sammontana è stata assistita da Assietta Corporate Finance come advisor finanziario e da Bird & Bird per gli aspetti legali.

Bird & Bird ha agito quale advisor legale al fianco della Famiglia Bagnoli e di Sammontana con un team multidisciplinare coordinato dal dipartimento corporate M&A dello studio guidato dal partner Alberto Salvadè, con il supporto del senior associate Matteo Meroni e dell’associate Sara Calamitosi.

Sempre per gli aspetti corporate M&A dell’operazione hanno inoltre agito il partner Calogero Porrello, l’of counsel Daniele Raynaud, il counsel Francesco Barbieri, la senior associate Elena Beccagato, gli associate Chiara Pentagallo, Laura Pallanza, Paride Bordoni e la trainee Alice Cuccio. Gli aspetti antitrust dell’operazione sono stati seguiti dal partner Federico Marini Balestra coadiuvato dalle associate Lucia Antonazzi e Chiara Horgan, mentre gli aspetti relativi alla normativa “golden power” sono stati seguiti dal partner Simone Cadeddu e dal counsel Jacopo Nardelli.

Per gli aspetti fiscal dell’operazione la Famiglia Bagnoli e Sammontana sono state assistite dal Team Tax di Fieldfisher Italia.

Assietta Corporate Finance ha operato quale advisor finanziario della Famiglia Bagnoli con il partner Alberto Rosati. Investindustrial è stata assistita, per gli aspetti legali, da BonelliErede con Lombardi e Paul, Weiss, Rifkind, Wharton & Garrison.

BonelliErede ha assistito Frozen Investments  con un team guidato dai partner Stefano Nanni Costa, membro del Focus Team Private Equity, e Niccolò Baccetti, composto dalla managing associate Elena Guizzetti, dal senior associate Alessandro Ippolito, dagli associate Alberto Corsello, Francesco Salvetti e Nicoletta Botta e da Cristina Langford e Daniela Archi per gli aspetti corporate ed M&A; i partner Sara Lembo e Massimo Merola, con la senior associate Marta Contu, l’associate Gillian David, Lorenzo Tosini e Tommaso Grassi, hanno curato i profili antitrust e golden power e il partner Giovanni Battaglia, insieme all’associate Alessandro Buiani, quelli relativi al finanziamento dell’operazione.

Per le attività di due diligence BonelliErede si è avvalso del team di Transaction Services di beLab composto da Michel Miccoli e Andrea Terrieri.

Rothschild & Co è stato advisor di Bc Partners con un team composto da Irving Bellotti (Partner), Manfredi Corsini (co-head consumer Europe), Riccardo Rossi (Senior Director), Alessandro Ronchetti (Senior Associate), Lorenzo Palma (Senior Analyst), Paolo Cerretti (Analyst).

PwC Deals e PwC TLS hanno assistito BC Partners e Forno d’Asolo Group (“FdA Group”), produttore e distributore italiano ed internazionale di prodotti da forno surgelati, nella vendita a Investindustrial e Sammontana. PwC Deals ha agito con un team multidisciplinare guidato dal Partner Giovanni Tinuper e composto per la parte di assistenza finanziaria da Maria Teresa Ceglia (Director), Maria Luisa Quarin (Senior Manager), Walter Lopatriello (Senior Associate) e Gabriele Galli (Senior Associate). L’assistenza Spa è stata seguita da Daniela Mentesana (Director) e da Antonio Rizzoli (Senior Associate). Al progetto ha partecipato anche il team Data & Analytics che ha operato con il partner Francesco Terenzi, Sara Roccisano (Senior Associate) e Samuel Iuliano (Associate).

Un team Strategy & Value Creation guidato da Max Lehmann (Partner) ha inoltre curato la vendor due diligence operational con Michele Biscaglia (Director), Giammarco Neri (Senior Manager), Alice Fumagalli (Senior Associate), Andrea Consoli (Senior Associate). Per l’It vendor due diligence hanno agito Daniele Castellini (Director) e Simone Perissin (Senior Associate)

Pwc Tls ha coordinato e seguito il processo di due diligence fiscale sulle entità straniere del Gruppo con un team composto dal Partner Alessandro Campione, Fabrizio Tenuta (Senior Manager) e Giuseppe Falduto (Senior Manager – PwC US).

Paul Weiss ha agito altresì al fianco di Investindustrial con un team composto, per i profili relativi al finanziamento dell’operazione, dai partner Neel Sachdev, Matthew Merkle, Stefan Arnold-Soulby e Deirdre Jones, dal counsel Nicolò Ascione e dagli associate Marco Bagnato, Bowen Huang e Claudia Kendlbacher e, per i profili fiscali dell’operazione, dai partner Tim Lowe e Cian O’Connor e dal counsel Jamie Chambers.

PerdersoliGattai ha assistito le banche finanziatrici dell’operazione per i profili di diritto italiano con un team guidato dal partner Gaetano Carrello (nella foto a destra) e composto dalla senior counsel Silvia Pasqualini e dagli associate Enrico Fontanini e Nicoletta Conte per gli aspetti finance, dal partner Cristiano Garbarini e dalla senior associate Valentina Buzzi per gli aspetti fiscali e dal partner Davide Cacchioli e dal salary partner Alessandro Bardanzellu per gli aspetti antitrust.

Lascia un commento

Related Post