Iren e Cassa Depositi e Prestiti hanno sottoscritto un contratto per una nuova linea di finanziamento di tipo green di importo pari a 100 milioni di euro, con una durata di 12 anni e volta a supportare il progetto di riqualificazione energetica di 800 immobili pubblici della città di Torino.

Il progetto, in linea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile di Cdp e con quelli del Piano Nazionale Integrato Energia e Clima 2030, verrà realizzato da Iren Smart Solutions e prevede numerosi interventi di riqualificazione energetica degli edifici pubblici, oltre ad attività di manutenzione ordinaria, straordinaria e di messa a norma degli impianti e alla fornitura dei vettori energetici (energia elettrica, gas naturale, teleriscaldamento).

L’obiettivo dell’operazione

L’obiettivo è quello di ottenere un risparmio sul consumo energetico superiore al 30%. La realizzazione del progetto è già iniziata lo scorso luglio, con l’avvio dei lavori sugli edifici pubblici maggiormente energivori e con investimenti per quasi 10 milioni di euro.

Per Cdp l’operazione è coerente con le priorità di intervento individuate dalle Linee Guida Strategiche relative alla transizione energetica previste dal Piano strategico 2022-2024, con un focus particolare sugli interventi per l’efficienza energetica nel settore dell’ingegneria civile.

I commenti di Iren e Cdp

“Questi interventi sono una testimonianza del ruolo che le multiutility possono giocare sui territori nel complesso processo di transizione ecologica in corso –ha affermato Luca Dal Fabbro, presidente del gruppo Iren–. Attraverso Iren Smart Solutions affianchiamo i Comuni, le imprese e in generale le istituzioni locali a riqualificare i loro patrimoni migliorandone la sostenibilità e avviando percorsi di efficientamento e di infrastrutturazione dei territori”.

“L’iniziativa conferma il ruolo primario di Cdp a sostegno di questo settore e ribadisce il nostro impegno nel sostenere la realizzazione di progetti che abbiano un impatto positivo sull’ambiente e sul territorio italiano –ha dichiarato Massimo Di Carlo, vicedirettore generale e direttore business di Cdp-. Un lavoro costante confermato anche dai risultati evidenziati nel nostro ultimo bilancio integrato: nel 2022 oltre il 70% delle risorse impegnate dal gruppo -20 miliardi su 30,6- è stato destinato infatti agli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 dell’Onu”.

Lascia un commento

Articolo correlato