Italmobiliare ha ceduto la sua partecipazione in Agn Energia. La quota è pari al 32,02%: dalla vendita dovrebbe realizzare all’incirca 100 milioni di euro, il 20% in più rispetto all’ultima valutazione del Nav, con una plusvalenza di circa 40 milioni di euro e un ritorno money on money pari a 1,8x.

Il Cda di Agn Energia, fa sapere in una nota, ha approvato il perfezionamento di un buyback dell’intera partecipazione sociale in Agn Energia di titolarità di Italmobiliare. A seguito di ciò è divenuta efficace l’obbligazione delle parti di dar corso al buyback.

Agn Energia dall’aggregazione di Lampogas e Autogas Nord

Italmobiliare aveva annunciato l’ingresso nel capitale di Autogas Nord a novembre 2018 attraverso un aumento di capitale riservato da 60 milioni di euro che aveva contribuito a finanziare l’acquisizione di Lampogas, altro primario operatore italiano nella vendita di Gpl. L’aggregazione di Autogas Nord e Lampogas ha posto le basi per la nascita di Agn Energia, gruppo attivo nel settore Gpl che in pochi anni ha consolidato il core business e ampliato il proprio ambito di attività, diventando a tutti gli effetti una multi-utility dell’energia, attiva nel mercato di luce, gas, fornitura di soluzioni per l’efficienza energetica e distribuzioni di gas tecnici.

Agn Energia impiega oggi oltre 550 dipendenti e ha chiuso il 2022 con 704,5 milioni di euro di ricavi (526,2 milioni nel 2018), un margine operativo lordo di 51,8 milioni di euro (35,7 milioni1 nel 2018) e un utile di 19,1 milioni (7,8 milioni1 nel 2018). La crescita risulta ancor più evidente confrontando i risultati attuali con quelli della sola Autogas Nord, che nel 2018 impiegava circa 230 dipendenti e registrava ricavi per 260,1 milioni di euro.

Commenti all’operazione

Spiega Carlo Pesenti, consigliere delegato di Italmobiliare: “L’operazione è stata condivisa e condotta con gli azionisti di controllo e ha portato al raggiungimento degli obiettivi definiti al momento dell’ingresso di Italmobiliare. Autogas Nord ha compiuto un significativo salto dimensionale e ha saputo massimizzare i benefici e le sinergie di questa crescita grazie all’evoluzione della governance e ad una crescente manageralizzazione di tutte le funzioni aziendali. Un caso di successo che testimonia il grande potenziale di crescita delle imprese italiane ed è rappresentativo del ruolo che Italmobiliare può svolgere a supporto delle mid cap di eccellenza impegnate nello sviluppo del proprio business”.

“Il percorso comune con Italmobiliare ha portato una trasformazione e una crescita importante per la nostra azienda, che opera in un contesto sfidante e in continua evoluzione, dove ci sono grandi opportunità per chi le sa cogliere” commenta Umberto Risso, presidente di Agn Energia. Che aggiunge: “È stata certamente un’operazione di successo, un esempio di apertura azionaria ad un partner esterno, non così diffusa tra le medie aziende. Abbiamo raggiunto risultati importanti attraverso la collaborazione tra imprenditori italiani, da settori e con competenze differenti ma con la stessa visione, senza ricorso a soggetti esteri: anche questo è ancora poco diffuso”.

Lascia un commento

Related Post