Azzurra Capital, il private equity promosso dal banker ex Mediobanca e ora in Generali Stefano Marsaglia, ha investito nel Gruppo Desa, storica azienda familiare attiva nell’industria italiana della detergenza e dei prodotti per la cura della persona e proprietaria di marchi come Chanteclair, Spuma di Sciampagna, Vert, Quasar, Sauber, Persavon, Apropos, e Ico)

L’investimento del fondo, che si perfezionerà entro la fine dell’anno, sarà pari a 190 milioni di euro per una partecipazione azionaria del 30%, il che include una presenza nel consiglio di amministrazione di Desa dei rappresentanti di Azzurra Capital.

“ Questo Gruppo ha un notevole track record che copre molti decenni e noi miriamo a contribuire con un significativo valore aggiunto negli anni a venire – ha commentato Marsaglia -. Riteniamo che Desa abbia un enorme potenziale di crescita, in particolare su scala internazionale con il marchio Chanteclair, e sfrutteremo le nostre conoscenze e connessioni per aiutare Desa a entrare con successo in nuovi mercati. Desa possiede tutti gli elementi fondamentali che si allineano con la nostra strategia di investimento: proprietà familiare, leadership del settore, una storia ricca e di successo, una forte capacità di generare cassa e prospettive di crescita promettenti. Soprattutto, vanta un team di gestione di alta qualità con il quale abbiamo sviluppato un forte rapporto negli ultimi mesi, condividendo obiettivi perfettamente allineati”.

L’azienda

Il Gruppo Desa, guidato dalle famiglie Silva, Sala e Malagoli, ha registrato ricavi di circa 440 milioni di euro nel 2022, con un EBITDA di 67 milioni di euro. Le proiezioni per il 2023 prevedono ricavi di circa 500 milioni di euro, con un EBITDA di 75-80 milioni di euro. Il Gruppo opera con quattro impianti di produzione situati nel Nord Italia: Seregno, Caravaggio, Sant’Agata Bolognese e Fara Olivana. Il 25% della produzione viene esportato in 40 Paesi, con una forte presenza in Europa e in Asia, in particolare in Cina, dove Chanteclair è diventato leader e marchio di riferimento nel settore pulitori per superfici e bucato.

“Questa operazione rappresenta un nuovo ed importante passo dopo gli ultimi anni di grande crescita in fatturato ed espansione internazionale- ha sottolineato Ambrogio Silva, presidente del Gruppo Desa. Gli ottimi risultati ottenuti sono dipesi dalla grande visione imprenditoriale e coesione fra le nostre famiglie che hanno guidato e continueranno a guidare il gruppo, e dalla professionalità e capacità di tutti i nostri 500 collaboratori”.

Gli advisor

Le famiglie azioniste del Gruppo Desa sono state assistite da Lazard in qualità di advisor finanziario e dallo studio Chiomenti in qualità di advisor legale.

Il fondo Azzurra Capital è stata consigliato da BNP Paribas, Intesa Sanpaolo, Unicredit e Vitale quali consulenti finanziari. Per Vitale hanno lavorato Alberto Gennarini, Valentina Salari, Azzurra Bisogno, Camilla Zangrossi.

GreenbergTraurig Santa Maria ha poi agito quale advisor lato legale del fondo, KPMG per la due diligence finanziaria, Bain & Co. lato commerciale ed ESG, Andersen tax e Ramboll per gli aspetti Environmental

Andersen ha agito quale advisor fiscale di Azzurra Capital con un team composito guidato dai partner Maricla Pennesi (head of tax sia in Italia che in Europa) e Marcello Rabbia (international contact partner) e coordinato dal partner Alberto Trainotti. Il partner Giovanni Gallucci ha contribuito a curare i profili di strutturazione del deal. Il partner Davide Centurelli e la director Letizia Carrara sono stati coinvolti nell’attività di due diligence. Gli avvocati di  Greenberg Trauring Santa Maria hanno gestito gli aspetti legali dell’operazione.

 

Lascia un commento

Related Post