Design Holding, la conglomerata del settore del design di alta gamma targata Investindustrial e Carlyle, annuncia una nuova acquisizione e i ricavi 2021, un anno che il gruppo definisce da record.

Nel dettaglio, al portafoglio di marchi quali FLOS, B&B Italia, Louis Poulsen, Arclinea, FENDI Casa, Maxalto, Azucena si aggiunge anche Designers Company, gruppo danese che comprende brand come Menu e by Lassen.

Designers Company nasce con l’acquisizione di Menu, azienda di Copenaghen fondata nel 1978 che produce mobili, accessori e prodotti per l’illuminazione, e successivamente ha sviluppato una collezione heritage attraverso l’acquisizione della società di design by Lassen. Oltre a questi marchi, l’azienda dispone di tutti i diritti su un portafoglio unico di prodotti creati da designer storici come Ib Kofod-Larsen, Arthur Umanoff, Mogens Lassen e Flemming Lassen, nonché Vilhem Lauritzen. Oggi, Designers Company vanta un archivio di oltre 2.000 prodotti heritage e ha una forte presenza e-commerce oltre che nel mercato del design del Nord Europa e degli Stati Uniti.

“L’acquisizione di Designers Company, importante gruppo del design scandinavo, è un altro tassello della nostra crescita e rappresenta un match perfetto per noi”, ha commentato Daniel Lalonde, chief executive officer di Design Holding dall’ottobre 2021. I prodotti dell’azienda sono altamente complementari al portafoglio esistente di Design Holding, oltre ad aggiungere ulteriori competenze tra cui gli accessori”.

Ricavi record

L’acquisizione sarà effettuata da Design Holding utilizzando le risorse disponibili a livello di gruppo. Stando ai conti la generazione di cassa è stata di 142 milioni di euro, che corrisponde al 74,5% dell’EBITDA pari a 190,3 milioni, in crescita del 27,7% rispetto allo stesso periodo del 2020, con un EBITDA Margin pari al 27,2% dei ricavi. I ricavi proforma si sono attestati pari a 700,3 milioni di euro, in aumento del 21,1% rispetto al 2020.

Risultati che sono stati possibili, spiega una nota, grazie ad alcune attività fra le quali l’ampliamento del portafoglio di brand e della gamma di prodotti con la joint venture siglata a maggio 2021 con Fendi, per lo sviluppo del business Fendi Casa, l’acquisizione – a giugno 2021 – di YDesign Group, piattaforma americana leader nella vendita online di prodotti di illuminazione e arredamento moderno di fascia alta e 100 milioni di euro di progetti nell’ambito del contract di alta gamma nei settori ospitalità, residenziale, corporate e retail, tra cui l’hotel Bvlgari e la Bourse de Commerce a Parigi.

Possibile Ipo

È con questi numeri che la holding potrebbe presentarsi al mercato. Stando alle indiscrezioni riportate a inizio anno, Design Holding starebbe infatti valutando – affiancata da Lazard – la quotazione come uscita dei fondi, che avevano lanciato il progetto nel 2018, con Investindustrial che aveva apportato le partecipazioni in B&B Italia, Flos e Louis Poulsene con Carlyle che dall’altro lato aveva apportato nuovi capitali per finanziare ulteriori acquisizioni. Quotazione che potrebbe non avvenire in Italia, si vocifera. E non a caso fra gli obiettivi del gruppo c’è anche l'”espansione internazionale con un focus sulla Cina e sul Nord America”, ha spiegato Lalonde.

L’obiettivo è “essere il più grande gruppo al mondo nel settore del design di alta gamma”, ha detto, puntando su e-commerce ed esperienza dei consumatori negli store, espansione internazionale e sviluppo del business contract di alta gamma, attraverso la collaborazione dei nostri brand in ambito hospitality, residenziale, corporate e retail”.

 

Lascia un commento

Related Post